Sport Viale Giuseppe Sinigaglia

Calcio, per Como-Varese solo 300 posti ai tifosi avversari

Il prefetto ha imposto regole rigide per la vendita dei biglietti

Regole ferree in vista del derby Como-Varese che si giocherà domenica 14 gennaio 2017 allo Stadio Sinigaglia di Como. Il prefetto di Como, Bruno Corda, ha emesso una serie di provvedimenti che impongono restrizioni alla vendita dei biglietti e alla presenza dei tifosi della squadra ospite all'interno dello stadio.

Innanzitutto il numero di posti disponibili per i tifosi del Varese sono 300, non uno di più. Si tratta della capacità massima del settore dedicato alla tifoseria avversaria, così come certificato ufficialmente dal Comune di Como nel settembre 2017.

Per quanto riguarda la vendita dei biglietti (che appunto non potranno essere più di 300 per la squadra avversaria) dovrà essere effettuata da ricevitorie individuate dalla società del Varese, sotto la propria responsabilità. Per acquistare un biglietto il tifoso del Varese deve fornire la carta d'identità. Sarà premura della società sportiva ospite comunicare alla Questura di Como, entro le ore 10 del mattino di domenica 14 gennaio, l'elenco dei tifosi con relative date di nascita.

La vendita dei biglietti può avvenire al massimo fino alle ore 19 del giorno prima della partita. Il Calcio Como, invece, potrà vendere biglietti solo ai residenti a Como e provincia. 

La società ospite, inoltre, deve prevedere per la partita un servizio di personale volontario. Tali volontari dovranno indossare casacche simili a quelle degli steward.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calcio, per Como-Varese solo 300 posti ai tifosi avversari

QuiComo è in caricamento