rotate-mobile
Mercoledì, 17 Aprile 2024
social

Francesco è l'uomo da 106 milioni di visualizzazioni che testa i migliori ristoranti di Como

Intervista all'ideatore di Como Best Food: come è nata la sua attività e qual è il piatto migliore che ha assaggiato (finora)

Francesco crea contenuti. Parliamo di un sito ma anche di una pagina Instagram, di foto, video in onore del buon cibo di Como e tutto questo si chiama, non a caso, Como Best Food.  Chi cerca ispirazione per un buon ristorante a Como è servito. Dietro le recensioni e le splendide foto dei piatti dei (migliori) ristoranti di Como c'è lui, Francesco. La sua attività, nata per gioco dopo che si è trasferito da Milano, sta decollando e ora per chi viene a mangiare nella nostra città è diventata un vero e proprio punto di riferimento. Per capirci, ecco qualche numero: 106 milioni di visualizzazioni dei suoi contenuti su Google, oltre 33mila follower su Instagram e (a ragion veduta) è ritenuto una local guide livello 10, il massimo dell'affidabilità. Le sue foto sono utilizzate anche dalla guida Michelin.

Ma perché ha scelto proprio i ristoranti di Como e solo di Como? Lo abbiamo chiesto a lui dopo averlo raggiunto telefonicamente.

Francesco, ci racconti come è nata l'idea di Como Best Food? 

Io sono di Milano e quattro anni fa mi sono trasferito a Como. Prima lavoravo in un'azienda e facevo tutt'altro. Un bel giorno ho venduto la casa di Milano e tutto e mi sono trasferito a Como, in cerca di un luogo più tranquillo e naturalisticamente appagante. Però non riuscivo a starmene proprio con le mani in mano, avevo bisogno di fare qualcosa. Non conoscendo bene la ristorazione comasca ho deciso di "geo localizzarmi" sulla città e cominciare questa avventura, nata un po' per gioco ma che ora sta decollando ed è molto conosciuta a Como e per chi decide di venire a Como. 

Come scegli i ristoranti da recensire? 

Io sono sostanzialmente molto curioso. Mi piace girare e spesso vado in posti che non sanno neanche della mia esistenza. Semplicemente prendo e vado mangiare e non mi piace preannunciarmi o cercare l’invito. Passami il termine, non amo fare "marchette". Si possono creare in seguito delle collaborazioni ma succede anche spesso che mi chiamino e io decida di non accettare. Questo perché capisco subito se un posto, un ristorante è affine o meno alla mia filosofia. Soprattutto a Como se si rendono conto della serietà che metto in questa attività, si creano rapporti migliori. 

Qual è la tua filosofia? 

Io mangio per prima cosa con gli occhi. L'aspetto visivo nei piatti, a parte alcuni rari casi, è fondamentale. Quando devo fotografare dei piatti scelgo, per esempio, di andare a pranzo per via della luce migliore. Ho i miei standard. 

La bellezza dei piatti è così importante?

Sì, soprattutto per chi ha un'attività come la mia. Però ti posso dire che ci sono anche delle eccezioni: i pizzoccheri sono difficilissimi da fotografare ma sono davvero buoni!

Qual è il tuo piatto preferito? 

Solo 5 giorni fa ho mangiato questo risotto, di cui ho pubblicato anche una foto su Instagram, che mi ha lasciato davvero senza parole, considerando anche che non sono un amante dei risotti, normalmente preferisco un pacchero o un piatto di spaghetti. Eppure, senza ombra di dubbio, questo piatto è stato il miglior primo che io abbia mangiato da quando ho aperto 4 anni fa questa pagina, un piatto che vi invito caldamente ad assaggiare appena ne avrete l'opportunità, mi ringrazierete. Si tratta del risotto al burro nocciola, agnello speziato, nocciole e basilico che ho mangiato al Roteo, ristorante all'interno dell'hotel Musa a Sala Comacina.


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Francesco è l'uomo da 106 milioni di visualizzazioni che testa i migliori ristoranti di Como

QuiComo è in caricamento