Politica Piazza Giuseppe Parini, 4

Cantù, il Consiglio di Stato concede la sospensione sull’incompatibilità: Arosio (per il momento) rimane sindaco

Congelata la sentenza del Tar: tutto rinviato al 3 maggio

Edgardo Arosio

Il sindaco di Cantù Edgardo Arosio per il momento rimane al suo posto. Giovedì 15 marzo 2018 il Consiglio di Stato ha deciso di concedere la sospensiva chiesta dall'amministrazione comunale per bloccare l'esecutività della sentenza del Tar. Come è noto, a febbraio il Tribunale amministrativo regionale aveva riassegnato al Consorzio Canturino  pompe funebri (amministrato dal fratello del sindaco, Armando Arosio, e dalla cognata Ornella Zanfrini) l'appalto che questi si erano aggiudicati per il servizio funebre. Il Tar aveva dichiarato illegittimi l'atto di autotutela del comune con cui era stato eliminato il contratto tra Municipio e consorzio, atto che aveva fatto tornare quindi incompatibile Arosio per la carica di primo cittadino. 
Sospiro di sollievo, dunque, per il sindaco, almeno per il momento. La sospensiba, infatti, ferma l'iter per determinare la decadenza. 
Prossima tappa il 3 maggio 2018 quando è stata fissata l'udienza per decidere nel merito del ricorso di Zanfrini e chiudere definitivamente la vicenda.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cantù, il Consiglio di Stato concede la sospensione sull’incompatibilità: Arosio (per il momento) rimane sindaco

QuiComo è in caricamento