Il piroscafo Patria in cerca di un nuovo armatore

La Provincia di Como ha pubblicato il bando, 25 mila euro per la concessione

Il piroscafo Patria a Villa Olmo (Foto m/p)

È stato pubblicato nella sezione Bandi del portale della Provincia di Como l’avviso pubblico finalizzato, attraverso ricerca di mercato, ad acquisire proposte per l’affidamento in concessione e gestione del Piroscafo Patria. Dopo i fasti dell'evento Dolce & Gabbana, la celebre imbarcazione affidata al Villa Saporiti torna quindi a far parlare di sé. Vediamo in sintesi i punti sui quali si fonda la concessione dello storico battello ormeggiato a Villa Olmo:

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

- gestione e sfruttamento economico del piroscafo in conformità all’utilizzo consentito dalla licenza di navigazione e dal certificato di classe (crociere, noli e utilizzo in forma statica, con esclusione dell’effettuazione di corse di pubblico servizio riservate alla Navigazione dei Laghi); 
- assunzione della qualità di armatore ai sensi dell’art. 265 del Codice della navigazione ed assunzione delle responsabilità poste in capo all’armatore ed al gestore dal Codice della navigazione e dal Regolamento per l'esecuzione del codice della navigazione interna approvato con D.P.R. 28 giugno 1949, n.631;
- assunzione degli obblighi di manutenzione ordinaria e straordinaria ricorrenti o necessarie per il mantenimento in classe ed in piena efficienza del piroscafo;
- realizzazione dell’arredo fisso e mobile interno ed esterno a completamento del progetto di ristrutturazione avviato dalla Provincia;
pagamento di un canone di concessione il cui importo viene fissato, tenuto conto dei gravosi impegni economici gravanti sul concessionario, in € 25.000 annui. 
Il termine ultimo per la presentazione delle proposte e per l’acquisizione della documentazione è fissato alle ore 15.00 del giorno 19 ottobre 2018. Tra poco più di un mese vedremo se qualcuno sarà interessato a far tornare in onda in vecchio Patria, gioiello della navigazione del Lago di Como. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia in Valchiavenna, 37enne di Mariano Comense precipita in un dirupo e muore

  • Stipendi in Ticino: un commesso guadagna in media 5mila franchi, un'ostetrica fino a 8mila

  • Gemelli uccisi, al funerale la lettera della madre e 'Un senso' di Vasco Rossi per l'ultimo straziante saluto

  • E' morto l'uomo ghepardo di Como

  • Bloccato in Thailandia dopo una gravissimo infortunio: scatta la raccolta fondi per aiutare Santiago

  • E' morto Silvio Mason, storico batterista dei Succo Marcio

Torna su
QuiComo è in caricamento