Il piroscafo Patria in cerca di un nuovo armatore

La Provincia di Como ha pubblicato il bando, 25 mila euro per la concessione

Il piroscafo Patria a Villa Olmo (Foto m/p)

È stato pubblicato nella sezione Bandi del portale della Provincia di Como l’avviso pubblico finalizzato, attraverso ricerca di mercato, ad acquisire proposte per l’affidamento in concessione e gestione del Piroscafo Patria. Dopo i fasti dell'evento Dolce & Gabbana, la celebre imbarcazione affidata al Villa Saporiti torna quindi a far parlare di sé. Vediamo in sintesi i punti sui quali si fonda la concessione dello storico battello ormeggiato a Villa Olmo:

- gestione e sfruttamento economico del piroscafo in conformità all’utilizzo consentito dalla licenza di navigazione e dal certificato di classe (crociere, noli e utilizzo in forma statica, con esclusione dell’effettuazione di corse di pubblico servizio riservate alla Navigazione dei Laghi); 
- assunzione della qualità di armatore ai sensi dell’art. 265 del Codice della navigazione ed assunzione delle responsabilità poste in capo all’armatore ed al gestore dal Codice della navigazione e dal Regolamento per l'esecuzione del codice della navigazione interna approvato con D.P.R. 28 giugno 1949, n.631;
- assunzione degli obblighi di manutenzione ordinaria e straordinaria ricorrenti o necessarie per il mantenimento in classe ed in piena efficienza del piroscafo;
- realizzazione dell’arredo fisso e mobile interno ed esterno a completamento del progetto di ristrutturazione avviato dalla Provincia;
pagamento di un canone di concessione il cui importo viene fissato, tenuto conto dei gravosi impegni economici gravanti sul concessionario, in € 25.000 annui. 
Il termine ultimo per la presentazione delle proposte e per l’acquisizione della documentazione è fissato alle ore 15.00 del giorno 19 ottobre 2018. Tra poco più di un mese vedremo se qualcuno sarà interessato a far tornare in onda in vecchio Patria, gioiello della navigazione del Lago di Como. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tenta di stuprare una ragazza sul treno Chiasso-Como-Milano, ma lei reagisce e lo fa scappare

  • Incidente in galleria a Cernobbio: viabilità al collasso

  • Como: lui la picchia e la prende a cinghiate, lei si chiude in bagno e chiama i soccorsi

  • Nuovo supermercato in arrivo a Cernobbio

  • Nei bordelli ticinesi sconti per gli italiani: anche così si combatte la crisi

  • Svizzera, l'Iceberg di Lugano riaccende le luci (rosse)

Torna su
QuiComo è in caricamento