rotate-mobile
Elezioni comunali 2022 Como Borghi / Via Francesco Anzani

Rapinese su via Anzani: "Come Tijuana, ma se eletto terrò delega Sicurezza e la zona tornerà vivibile"

Il candidato sindaco interviene sul tema sicurezza

Dopo avere annuncito l'intenzione di tenere per sé - in caso di vittoria alle elezioni del 12 giugno - le deleghe allo Sport e al Patrimonio, Alessandro Rapinese ha reso noto l'intenzione di mantenere anche la delega alla Sicurezza. L'occasione per annunciarlo è stato il suo intervento in aula di palazzo Cernezzi sulla situazione di via Anzani a Como dove, come sottolineato dal candidato sindaco, si assisterebbe a spaccio di droga a cielo aperto e a molteplici situazioni di scarso decoro. 

"Via Anzani - ha detto Rapinese in aula - mi ricorda molto Tijuana, una delle zone più pericolose del Centro America". Il candidato civico ha poi aggiunto in una comunicazione diffusa ai suoi potenziali elettori: "Spaccio di droga all'aperto, sereno consumo di droga all'aperto e persone totalmente alterate che abbassano i pantaloni e urinano sulla pubblica via con la stessa serenità con la quale lo fanno i cani. Bene. Questo è uno dei motivi per i quali terrò per me la delega alla sicurezza ed in tempo zero, mi costasse il doverci piantare una tenda e rimanere in loco fino alla avvenuta bonifica, la via Anzani tornerà ad essere un luogo sicuro, pulito e vivibile. Punto".
Sul tema sicurezza, ad ogni modo, i candidati sindaci avranno modo di confrontarsi nel confronto elettorale in programma venerdì 22 aprile alle ore 20.30 al Palazzo del Borgo in via Borgo Vico 121.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapinese su via Anzani: "Come Tijuana, ma se eletto terrò delega Sicurezza e la zona tornerà vivibile"

QuiComo è in caricamento