rotate-mobile
Politica Centro storico / Via Vittorio Emanuele II, 97

Sette votazioni ma nulla di fatto: il consiglio comunale non riesce ad eleggere il nuovo presidente

Spunta all'ultimo il nome di Ada Mantovani per sostituire la dimissionaria Veronelli

Lo scranno di presidente del consiglio comunale è ancora vuoto. L'aula di Palazzo Cernezzi, chiamata ad eleggere nella seduta del 19 aprile 2022 il successore della dimissionaria Anna Veronelli, non è riuscita a far convergere su un nome i due terzi dei consiglieri, quorum necessario per validare l'elezione. 
Sono state ben 7 le votazioni effettuate nel corso della seduta e finite con un nulla di fatto. Dunque, si continuerà nella prossima seduta. 

Inizialmente i nomi in lizza per ricoprire il ruolo di presidente dell'aula erano quelli di Elelna Maspero (lista civica Insieme per Landriscina) ed Enrico Cenetiempo (Forza Italia). Nessuno di loro è però riuscito mai ad ottenere i due terzi dei voti necessari. E' stato sempre un serrato testa a testa con lo scarto di uno o al massimo due voti tra l'uno e l'altro, più volte hanno pareggiato. La sorpresa è arrivata alla settima votazione (ultima della serata) quando è spuntato il nome di Ada Mantovani (ex lista Rapinese e ora nel gruppo misto) che ha ottenuto 8 voti, mentre Maspero solo 5 benché avesse superato sempre i 10 voti nelle precedenti votazioni.
Il nome di Ada Mantovani appare adesso come uno dei più papabili vista la difficoltà della maggioranza a trovare un nome al suo interno sul quale convergere. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sette votazioni ma nulla di fatto: il consiglio comunale non riesce ad eleggere il nuovo presidente

QuiComo è in caricamento