Mercoledì, 23 Giugno 2021
Politica

Chiusura notturna delle dogane di Pedrinate e Novazzano: ancora tutto da decidere

La Lega dei Ticinesi non si ferma: "Chiudere aumenta la sicurezza dei cittadini"

Continua la battaglia della Lega dei Ticinesi per chiudere di notte i valichi minori

Tutto ancora da decidere da parte del Governo svizzero in merito alla chiusura notturna dei valichi secondari tra Italia e Confederazione Elvetica: tra queste ci sono anche le "sbarre" al confine tra Como e Ticino, quelle di Pedrinate e Novazzano, chiuse di notte per 6 mesi (fino allo scorso mese di settembre) in via sperimentale.

La sperimentazione

Dopo sei mesi di sperimentazione, domenica 1° ottobre 2017 avevano riaperto: i dati raccolti da questi sei mesi di prova dovevano essere studiati per capire gli eventuali effetti positivi sul fenomeno della criminalità transfrontaliera e sul traffico portati da una chiusura prolungata dei valichi. 

Una riapertura che non era piaciuta alla consigliera nazionale Roberta Pantani della Lega, promotrice del provvedimento che ha dato il "la" al progetto pilota che tanto ha fatto discutere sul confine.
Alla conclusione della sperimentazione aveva commentato che "i sei mesi di test hanno dimostrato che la chiusura ha contribuito ad aumentare la sicurezza e specialmente il sentimento di sicurezza percepito dagli abitanti della regione", annunciando battaglia per passare alla chiusura notturna definitiva. 
E così è stato.

La battaglia della consigliera Pantani

Come riportato giovedì 9 novembre 2017 dai principali quotidiani ticinesi, la consigliera ha interpellato il Consiglio federale chiedendo se, visto il parere positivo della popolazione, l'aumento del sentimento di sicurezza e i favori raccolti da sindaci e capidicastero sicurezza dei Comuni toccati, non si potesse aspettare il rapporto delle guardie di confine prima di togliere il provvedimento e se non fosse opportuno consultare il Canton Ticino e i Comuni prima di sospendere la chiusura.

La risposta del Consiglio federale

Il Consiglio, però, ha risposto picche: ha infatti affermato che prenderà posizione sull'ulteriore modo di procedere "a valutazione avvenuta".  L'esecutivo ha ricordato che il progetto pilota, avviato il 3 marzo 2017, aveva una durata di sei mesi e sia il Canton Ticino che il pubblico erano informati che si sarebbe concluso il 30 settembre.
Secondo il Governo "non vi erano motivi per rinunciare a tale modo di procedere".

Sui siti ticinesi che riportano la notizia c'è chi commenta a favore della battaglia della consigliera Pantani, temendo che la riapertura notturna dei valichi minori possa portare un aumento della criminalità. 

la consigliera pantani non si ferma: chiudere aumenta la sicurezza dei cittadini

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chiusura notturna delle dogane di Pedrinate e Novazzano: ancora tutto da decidere

QuiComo è in caricamento