rotate-mobile
Giovedì, 18 Aprile 2024
Cultura

Un uomo chiamato Dylan: De Sfroos e Guaitamacchi raccontano il più grande di tutti

Frammenti di vita, di opere e “miracoli” del leggendario songwriter americano in un suggestivo spettacolo di racconti, suoni e visioni

Essere contemporanei di Bob Dylan è come essere contemporanei di Shakespeare. Come raccontare allora il bardo di Duluth? Come raccontare un poeta laureato, vivente e ancora magnificamente attivo? Come raccontare uno che racconta noi e che ha cantato almeno tre generazioni di noi? A sessant’anni dall‘uscita di Freewheelin’ Bob Dylan, ad esempio, come raccontare l’epopea che stava cominciando, quelle canzoni diventate sangue universale, quella copertina commovente, quella tenerezza?  Insomma, al cospetto, del più grande di tutti, occorre innanzitutto amore per la sua immensa opera. Quella di un artista - Dylan compie proprio oggi 82 anni, auguri, Maestro - che non si è mai fermato, che non ha mai smesso di accompagnare il nostro cammino con la sua musica. Senza mai farla diventare una festa ma rendendola sempre necessaria. 

ezio guaitamacchi

Scritto e interpretato dal giornalista, scrittore e musicista Ezio Guaitamacchi, “Un uomo chiamato BOB DYLAN” vede Davide Van de Sfroos nell’inedito, triplo ruolo di musicista, attore e pittore, calarsi nei panni di Bob Neuwirth, cantautore amico di Dylan. Mentre Andrea Mirò (direttore musicale dello show) interpreta la figura di Joan Baez con la bravissima vocalist Brunella Boschetti a completare il cast. Storie accattivanti e aneddoti gustosi si alterneranno a brani epocali “dylaniati” in chiave acustica con immagini storiche proiettate su un grande schermo a impreziosire il tutto e a suggestionare il pubblico.

“Ezio ha deciso di ripartire per uno dei suoi viaggi narrativi e sonori - racconta De Sfroos - e noi siamo stati invitati a fare parte di questo splendido gioco, alla scoperta di un uomo chiamato Bob Dylan".

de sfroos-4

In repertorio: Blowin’ In The Wind, Just Like A Woman, My Back Pages, All Along The Watchtower, Like A Rolling Stone, Hurricane, The Times They Are A-Changing, Shelter From the Storm, Not Dark Yet.

Le date

6 luglio Verona Folk - Mozzecane (VR) - Villa Cirsola
11 luglio Piacenza - Palazzo Farnese
16 luglio Lodi  - Piazzetta 
17 luglio Risorgimarche
20 luglio Serravezza (Lu)
25 luglio Castelnuovo Fogliani frazione di Alaeno (PC)
Villa Sforza Fogliani (Musica in Castello)
10 agosto Montecampione (BS) - Piazzetta
8 settembre Carrara - Con-Vivere
23 settembre Milano - Teatro Filodrammatici - (Impronte)

I biglietti saranno disponibili sui principali circuiti di prevendita di ponderosa.it. 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un uomo chiamato Dylan: De Sfroos e Guaitamacchi raccontano il più grande di tutti

QuiComo è in caricamento