Martedì, 22 Giugno 2021
Sport

Maglia a raggi infrarossi: test di Sonvico a Silverstone

Una maglia a raggi infrarossi, in grado di mantenere costante la temperatura anche in condizioni di estremo freddo, dai -38° del Canada ai +36° di Como. E' l'invenzione del cardiologo comasco Giovanni Russo del'ospedale Sant'Anna. La maglietta...

Una maglia a raggi infrarossi, in grado di mantenere costante la temperatura anche in condizioni di estremo freddo, dai -38° del Canada ai +36° di Como. E' l'invenzione del cardiologo comasco Giovanni Russo del'ospedale Sant'Anna. La maglietta sarà testata per la prima volta domenica 25 maggio sul circuito di Silverstone dal pilota comasco Andrea Sonvico, che corre per il team Amato Ferrari Corse - Racing with Ferrari.

Il test

Questo capo di abbigliamento è realizzato con un filato in bioceramica che regola la temperatura corporea mantenendola costante anche in condizioni estreme, da -38° a +36°. Il prodotto, ideato da Giovanni Russo e da altri soci nell'ambito del progetto Warmwild, sarà indossato dal pilota sotto la tuta ignifuga che è obbligatorio mettere sotto l'altra tuta con i loghi del team (obbligatorie). "Intendiamo valutare - ha spiegato Russo - come funziona la maglietta a temperature molto elevate. Nell'abitacolo della auto usate per le gare come il Blancpain, la temperatura interna durante la corsa può superare i 50 gradi, visto che non si possono aprire i finestrini e non si può accendere l'aria condizionata per non togliere potenza al motore. I piloti si ritrovano in un ambiente davvero molto caldo con tutti i disagi che ne conseguono come l'eccessiva sudorazione e la perdita di sali minerali oltre che la mancanza di comfort".

L'underwear Warmwild è stato premiato tra i finalisti del contest "prodotto innovativo dell'anno" all'ultima Fiera internazionale dell'abbigliamento sportivo (Ispo) di Monaco.

La tecnologia

L'indumento, frutto di un brevetto tutto italiano, sfrutta la capacità delle fibre di bioceramica di riflettere ed emettere raggi infrarossi (FIR) che vengono assorbiti direttamente dalla pelle. "Qualunque sport si stia praticando, a qualsiasi livello e in ogni condizione atmosferica - ha spiegato inoltre il cardiologo - c'è bisogno di un underwear confortevole che aiuti a mantenere in equilibrio la temperatura corporea".

I Raggi Infrarossi hanno innumerevoli proprietà, che possono essere sfruttate dal corpo umano, in particolare durante l'attività fisica: "La bioceramica infatti ci aiuta a raggiungere velocemente un perfetto equilibrio termico, grazie a un miglioramento della micro circolazione e ad un'aumentata vasodilatazione superficiale". Diversi studi clinici condotti in Giappone negli ultimi 20 anni hanno visto i raggi infrarossi usati come terapia in diversi disturbi del nostro corpo, in particolare hanno dimostrato come i cardiopatici anche gravi possano trarre beneficio da questi raggi. Il nome di questa terapia è Waon Theraphy, che significa calore lenitivo. La maglietta è stata già testa a temperature estreme, dai -38° gradi del Canada ai +36° di Como e, recentemente, anche a Livigno, a -8°, durante un test per lo sci di fondo: il corpo ha mantenuto una temperatura ideale grazie alla maglietta e a un leggero capo impermeabile.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maglia a raggi infrarossi: test di Sonvico a Silverstone

QuiComo è in caricamento