rotate-mobile
social Brunate

Baita Bondella, il rifugio al fresco dei comaschi

Un tradizionale riparo dalla canicola della città

Una delle mete preferite dai comaschi in tutte le stagioni. Ma è d'estate, quando si cerca un riparo dall'afa della città, che Brunate e i suoi rifugi diventano un riparo irresistibile. Dall'inizio del secolo scorso, la baita Bondella offre ristoro ai numerosi amanti delle nostre montagne e della tradizionale passeggiata delle colme. La baita Bondella, che si raggiunge a piedi partendo da Brunate o da San Maurizio, dispone di 4 camere per un totale di 12 posti letto e due mini appartamenti con cucinino. Pernottare alla Baita Bondella significa risvegliarsi nella natura, respirare l'aria fresca del mattino a 1100 metri d'altitudine e magari partire per escursioni nei dintorni, dove non è difficile incontrare e fotografare la fauna locale. Alla Baita Bondella è possibile sia pranzare sia cenare, previa prenotazione. 

Si giunge attraverso una strada carrabile che si snoda in un bosco di abeti e faggi, percorribile a piedi in circa 20-25 minuti con partenza dal piazzale CAO. Dall'ampia terrazza della baita Bondella si può gedere una vista impagabile. Nelle giornate di cielo sereno si vedono lo skyline di Milano, il monte Monvio e la catenza degli Appennni.

La baita Bondella è inoltre il punto di partenza per diversi itinerari di varia difficoltà: Capanna San Pietro, Rifugio Riella, Bocchette di Lemna, sentiero per Bellagio, Capanna Mara, Capanna Fabrizi. Particolare percorso è quello del “Bosco dei faggi”, uno dei tratti più pittoreschi dell'itinerario del Triangolo  Lariano , un saliscendi  su sentiero dal terreno compatto e scorrevole, con vista mozzafiato sul lago di Como. Molto frequentato anche dai mountain bikers che possono affrontare piste di varie difficoltà ben segnalate. E da settembre una bella novità: apericena con musica dal vivo dalle 18 alle 20 e poi cena.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Baita Bondella, il rifugio al fresco dei comaschi

QuiComo è in caricamento