Politica

Stasera tornano le dirette del consiglio comunale di Como

Vi avevamo lasciato prima di Natale con la promessa che al rientro dalle feste avremmo continuato a offrirvi le dirette in streaming del consiglio comunale di Como. Purtroppo a gennaio QuiComo ha avuto qualche problema con il gestore del servizio...

Vi avevamo lasciato prima di Natale con la promessa che al rientro dalle feste avremmo continuato a offrirvi le dirette in streaming del consiglio comunale di Como. Purtroppo a gennaio QuiComo ha avuto qualche problema con il gestore del servizio internet e non è riuscito a mantenere la promessa. I problemi di connessione, però, oggi dovrebbero essere stati del tutto risolti. Abbiamo così deciso di riassumerci l'impegno di garantire la diretta web dei lavori consiliari di Palazzo Cernezzi, e lo facciamo più motivati che mai. Siete stati voi, infatti, con le vostre tante richieste, e-mail e commenti a darci l'entusiasmo per continuare nel servizio streaming.

A novembre, nei giorni della discussione della mozione di sfiducia al sindaco, il pubblico è stato più numeroso che mai, ma anche nelle sedute successive, quando gli argomenti erano forse un po' noiosi, c'è stato chi ci ha seguito dall'inizio alla fine, cioè dalle 20.30 a mezzanotte. Segno che, forse, quello che succede nei palazzi della politica, dove vengono prese le decisioni che riguardano tutta la città (e quindi ognuno di noi) a qualcuno interessa. E così crediamo debba essere. Da stasera e fino a quando ne avremo le forze QuiComo sarà in consiglio comunale per riprendere quello che succede nell'esatto momento in cui succede. Dichiarazioni, interventi, litigi, discussioni e votazioni saranno trasmessi in diretta sul nostro video portale. Chi ci ha già seguiti in passato sa che le nostre dirette non sono a senso unico ma sono aperte a commenti e interazioni, grazie alla presenza della chat che vi dà modo di parlare (o discutere) tra di voi e di chiedere a noi, che siamo presenti in aula, delucidazioni, dettagli o approfondimenti. L'appuntamento è per stasera alle 20.15.

Ogni consiglio comunale da qui in avanti può riservare qualche sorpresa. E' ormai iniziato l'ultimo anno di amministrazione del sindaco Stefano Bruni. Cosa significa? Signinifica che anche i suoi fedelissimi devono fare i conti con un futuro in cui non ci sarà più lui a cui accodarsi. Devono prendere posizioni, dentro o fuori dal Pdl. Chiunque potrebbe smarcarsi per non essere accostato all'immagine di Bruni che, non è un segreto, è ai minimi storici in fatto di popolarità. Anche se, bisogna ammetterlo, a Como essere ai minimi storici in fatto di popolarità quando si è del Pdl vuol dire comunque essere davanti al centrosinistra nei sondaggi. Ma di sondaggi e statistiche per ora non ce ne sono, quindi passiamo avanti. La maggioranza in consiglio comunale praticamente non c'è più. I 7 consiglieri di Autonomia Liberale hanno ufficialmente preso le distanze dal sindaco e si sono chiamati fuori dalla maggioranza. Su 40 consiglieri Bruni può fare sicuro affidamento solo su 18 (15 del Pdl, due fedeli alleati leghisti e un consigliere del gruppo misto) mentre la maggioranza minima è 21. Va da sé che gli autonomisti potrebbero scaricarlo in qualunque momento e su qualunque votazione. Un bel modo per tenere in scacco il sindaco.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stasera tornano le dirette del consiglio comunale di Como

QuiComo è in caricamento