Mercoledì, 23 Giugno 2021
Politica

Sfiducia al sindaco di Como, ultimatum di Lionetti

Il consigliere comunale di Liberi per Como Emanuele Lionetti (ex Lega Nord) ha lanciato il suo ultimatum al sindaco Stefano Bruni in vista della mozione di sfiducia che sarà discussa l'8 novembre. Lionetti ha consegnato a Bruni una

Il consigliere comunale di Liberi per Como Emanuele Lionetti (ex Lega Nord) ha lanciato il suo ultimatum al sindaco Stefano Bruni in vista della mozione di sfiducia che sarà discussa l'8 novembre. Lionetti ha consegnato a Bruni una lista di 14 punti su cui vuole avere rassicurazioni. Se il sindaco non garantirà la soddisfazione di questi punti Lionetti ha dichiarato che "voterò a favore della sfiducia".

Tra le cose su cui Lionetti chiede garanzia ci sono: l'acquisto delle quote dell'ex cinema Politeama da parte del Comune di Como per poi procedere alla riqualificazione dello stabile; la riduzione del numero di assessori da 11 a sei.

Lionetti, lo ricordiamo, siede nei banchi della maggioranza. Il suo voto va quindi ad aggiungersi ai 15 dell'opposizione già "scritti" sulla mozione di sfiducia. Oltre a Lionetti è molto probabile che anche Luigi Bottone voterà a favore della sfiducia visto che ha firmato la mozione. Ma la sfiducia per essere approvata (con conseguenti dimissioni del sindaco) ha bisogno di 21 voti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sfiducia al sindaco di Como, ultimatum di Lionetti

QuiComo è in caricamento