menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
profughi-migranti-22lug16

profughi-migranti-22lug16

Profughi, Salvini porta il caso Como al Parlamento Europeo

Matteo Salvini, segretario della Lega Nord, ha depositato un'interrogazione rivolta alla commissione europea sul caso dei profughi accampati alla stazione San Giovanni di Como. Nel descrivere sinteticamente la situazione Salvini chiede alla...

Matteo Salvini, segretario della Lega Nord, ha depositato un'interrogazione rivolta alla commissione europea sul caso dei profughi accampati alla stazione San Giovanni di Como. Nel descrivere sinteticamente la situazione Salvini chiede alla commissione se ritenga che "l'Italia possa continuare a sostenere da sola il peso di tale emergenza" e se non intenda "anche alla luce di simili situazioni valutare una revisione delle proprie politiche migratorie".

"Anche l' onorevole Nicola Molteni, qualche settimana fa, aveva presentato una interrogazione in parlamento per chiedere lo sgombero e il ripristino della legalità - commenta Alessandra Locatelli, segretaria cittadina della Lega. La pressione che si è venuta a creare al confine italo-svizzero - aggiunge - ha creato una concentrazione insostenibile di clandestini nella nostra città. L'unica strada percorribile è quella di evitare gli sbarchi e approntare dei centri di accoglienza sulle sponde a sud del mediterraneo, sfruttando i fondi europei e verificando sul posto gli effettivi aventi diritto di asilo.

"Ogni giorno - chiosa Locatelli - si assiste a un numero fluttuante di clandestini che si accampa sul prato o sotto i portici, in un spazio della città ormai irriconoscibile, diventato terra di nessuno e in totale stato di degrado. Le condizioni igienico sanitarie sono pessime e i rischi per la salute enormi. I clandestini dormono, mangiano ed espletano i loro bisogni fisiologici da giorni nel prato. Sono state approntate alcune misure a supporto dell'emergenza da parte di associazioni locali e straniere. Noi riteniamo - conclude - che il problema non sia solo quello di sfamare o servire i clandestini, ma bensì la presenza di gente non identificata all'interno del nostro paese e il costante aumento di questo fenomeno che ormai raggiunge proporzioni non controllabili".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Lago di Como, cinque trattorie all'aperto con vista mozzafiato

WeekEnd

Le 10 migliori gite al Lago di Como e dintorni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

QuiComo è in caricamento