Politica Via Vittorio Emanuele II, 97

Va in pensione Pierantonio Lorini, il dirigente "tutto d'un pezzo" del Comune di Como

Servono tre persone per sostituirlo in tutti i procedimenti di cui era responsabile

Va in pensione uno dei più noti, attivi e intransigenti dirigenti del Comune di Como: Pierantonio Lorini, 66 anni, dal 1 agosto 2019 sarà, come si suol dire, "collocato a riposo".

Negli ultimi dieci anni il nome di Lorini è apparso fequentamente sulla stampa, soprattutto durante l'amministrazione dell'ex sindaco Mario Lucini, per essere ideatore (od oppositore) di numerosi provvedimenti soprattutto viabilistici e legati alla mobilità. Non si può dire che ogni senso di marcia, ogni svolta vietata e ogni corsia preferenziale tuttora in vigore a Como siano frutto di una sua diretta decisione, ma poco ci manca. Si può dire che sia stato lui a "disegnare" l'attuale viabilità cittadina. Si è trovato spesso in contrapposizione ai politici che hanno amministrato la città, come per esempio l'ex assessore Daniela Gerosa. Si è opposto, per esempio, alla realizzazione della rotatoria di piazza San Rocco, opera che verrà eseguita solo adesso che Lorini non ricopre più il ruolo di dirigente del settore Mobilità e Trasporti (con l'amministrazione Landriscina è stato messo a capo temporaneamente del settore Reti e Strade).
Serviranno ben tre funzionari per sostituirlo nei procedimenti di cui era responsabile. Alcuni esempi: l'area interscambio della nuova fermata RFI di Camerlata; ripristino del parapetto di via per Cernobbio; lavori di messa in sicurezza della frana di Civiglio; messa in sicurezza deil Viadotto dei Lavatoi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Va in pensione Pierantonio Lorini, il dirigente "tutto d'un pezzo" del Comune di Como

QuiComo è in caricamento