Ancora niente luminarie in molte vie del centro: PD contro il Comune di Como

"Qualcosa non funziona nell'orgnizzazione degli eventi di questa amministrazione"

Quest'anno Como fatica ad entrare nell'atmosfera natalizia. La colpa è del ritardo con cui verranno installate (se verranno installate) le luminarie di Natale nelle vie del centro storico. Molte strade dello shopping, come ad esempio via Luini, ancora oggi erano senza luci, cosa che oltre a suscitare l'ira di molti commercianti che hanno aderito alle luminarie, ha suscitato lo sdegno e la reazione del Partito Democratico.

“Gli eventi estivi a luglio, le luminarie a gennaio? Siamo sempre più basiti dal modo di operare dell’amministrazione comunale Landriscina - si legge in una nota stampa del PD di Como -. Leggiamo che, rispetto agli anni scorsi, le luminarie previste per le festività natalizie, al di fuori del contesto di Città dei Balocchi, che venivano accese a inizio mese, quest’anno si vedranno solo a partire dal 6 dicembre, sempre che venerdì sia tutto a posto – proseguono Stefano Fanetti, Patrizia Lissi e Gabriele Guarisco,  consiglieri comunali, e Tommaso Legnani, segretario cittadino del Pd".

“Ci chiediamo cosa non funzioni improvvisamente nell’organizzazione di eventi che si ripetono stagionalmente da decenni, con questa Giunta: in estate abbiamo dovuto aspettare luglio inoltrato per vedere il calendario delle manifestazioni. Adesso, Landriscina e i suoi non riescono neanche ad accendere due decorazioni luminose”.

Il Comune, dalla sua, “adduce motivi tecnici, a quanto pare. Ma vero è che la Lega, il suo sindaco e i suoi alleati sono lenti e sempre in ritardo. E purtroppo non solo nelle iniziative ludiche”, concludono i dem.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus cinese, ecco le indicazioni del Ministero della Salute

  • Como, dramma in via Leoni: trovata una donna morta

  • Parchi al posto delle dogane e un laghetto a Monte Olimpino: è il progetto svizzero che piace agli italiani

  • Bollo auto, sconti e nuova modalità di pagamento: cosa cambia nel 2020

  • Como, i furbetti del sacco rosso

  • Provano a imitare il nostro lago: ecco la rivista americana che propone mete "che sembrano il Lario"

Torna su
QuiComo è in caricamento