menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il ministro degli esteri italiano Luigi Di Maio

Il ministro degli esteri italiano Luigi Di Maio

Il ministro Luigi Di Maio alla dogana di Como Brogeda. Obbiettivo, incentivare i flussi turistici

Il valico scelto come luogo simbolo dei rapporti Italia/Svizzera

È un momento delicatissimo per i rapporti internazionali all'interno dell'Europa, complice il nuovo assetto economico “deciso” dalla pandemia, ma anche le difficoltà diplomatiche legate alla riapertura dei confini.
Intanto oggi, 15 giugno, è stata ripristinata la libera circolazione fra il nostro paese e la Svizzera, ma molte cose restano ancora da definire, soprattutto per quanto riguarda il territorio comasco, un terra di confine dove sono tanti i lavoratori frontalieri. È per questo motivo che domani, simbolicamente, il ministro degli esteri Luigi Di Maio incontrerà il consigliere federale Ignazio Cassis, il Presidente del Consiglio di Stato Ticinese Norman Goblin e il sindaco di Chiasso Bruno Arrigoni proprio sul valico di Brogeda.

Brogeda

A chiarire le ragioni di questo incontro - e di quelli con altri leader stranieri - è proprio il nostro ministro degli esteri tramite Facebook: “Il nostro Paese è sempre stato trasparente, abbiamo mostrato i dati epidemiologici e ci siamo impegnati perché gli altri leader europei cambiassero idea e lasciassero cadere la diffidenza nei nostri confronti, ottenendo sempre dei buoni risultati”. Citando in particolar modo la missione diplomatica in Svizzera, Di Maio ricorda quale sia il primo obiettivo, cioè sbloccare i flussi turistici per ridare energia a un settore fondamentale per l'economia italiana.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

QuiComo è in caricamento