rotate-mobile
Sabato, 25 Giugno 2022
Elezioni comunali 2022

Moritz Mantero: "Il verde al centro del programma del centrosinistra a Como"

Una mappa dei parchi e un evento che coinvolga tutti i quartieri della città

Non si può dire che Moritz Mantero, candidato consigliere con il centrosinistra guidato da Barbara Minghetti, non abbia il pollice verde, basterebbe citare il fortunato esempio di Orticolario, sua fortunata invenzione. 

“Una Como più verde e fiorita, per valorizzare la bellezza paesaggistica e culturale della nostra città, per tornare ad essere un capoluogo vivace, non solo per i turisti, ma, per chi abita la città ogni giorno. Il verde pubblico deve essere considerato patrimonio della città e, come tale, meritevole di attenzione in tutte le fasi dello sviluppo naturale. Dobbiamo ritornare ad avere l'orgoglio di difendere e promuovere Como, dobbiamo diventare ambasciatori nel mondo di tutte le sue bellezze”.

Con queste parole Moritz Mantero fha presentato l’iniziativa andata in scena questa mattina nei giardini di Villa Olmo dal titolo: “Il giardino del futuro che è già iniziato”, con l’intento di sensibilizzare la cittadinanza al tema della valorizzazione del verde in tutti i suoi aspetti. 

Un’iniziativa che ha visto anche la partecipazione di Elisabetta Patelli, capolista di Europa Verde Como per Barbara Minghetti, Vittorio Peretto, botanico e paesaggista e Andrea Rurale, professore dell’Università Bocconi.

“La tutela del verde rappresenta la colonna del nostro programma – afferma Barbara Minghetti – in tutte le sue forme e in ogni ambito. Le zone verdi curate dovranno caratterizzare ogni quartiere ed essere meta privilegiata dei cittadini e di un turismo sempre più sostenibile e rispettoso del contesto. Realizzeremo una vera e propria mappa dei parchi, in modo che la cittadinanza possa conoscere tutte le opportunità che il verde offre per lo sport, per la famiglia, i bambini e i momenti di svago di ognuno”.  Dunque, verde da valorizzare e da tutelare, come bene primario. 

L’importanza del Piano del Verde

Conoscere gli angoli dimenticati di questa città permetterebbe a tutti di vedere Como da prospettive diverse – continua Moritz Mantero - È necessario valorizzarli e renderli accessibili. Questo è fattibile solo grazie a un Piano del Verde serio e completo, come quello da noi inserito all’interno del programma per i prossimi anni. Como ha bisogno di un approccio diverso, di pensare e realizzare un Piano del Verde capace di trasformare la nostra città. Un Piano che tenga conto degli ecosistemi naturalistici per sviluppare e valorizzare il verde urbano e periurbano”.

Il Piano del Verde è uno strumento adatto a fornire indicazioni utili sulla gestione del verde pubblico, a censire e monitorare il patrimonio verde della città per garantire una migliore pianificazione e manutenzione anche nel rispetto della biodiversità. Non è sufficiente mettere a dimora una pianta o un arbusto, serve capire e conoscere quali piante, arbusti o fiori inserire nelle diverse zone della città. Sapere qual è più adatta in base all’esposizione, al terreno, all’ambiente che lo circonda.

La valorizzazione dei sentieri 

La bellezza di Como è anche nelle sue montagne. Como può diventare ancora più attrattiva per chi ama camminare, fare trekking o andare in bici. Percorsi e opportunità rivolte a tutti, supportando anche l’idea sempre più diffusa di un turismo ecosostenibile e sempre più accessibile. La cura del verde passa dalla collaborazione: è questa la chiave per una città più bella e vivibile. Il patrimonio di piante che abitano la città e le montagne che ci circondano sarà valorizzato.
Cartellinare le piante sarà un'azione fondamentale per farle conoscere e informare i cittadini oltre che i turisti appassionati. Una città attrattiva che deve fare sviluppare anche il turismo botanico. Un turismo nuovo, sano, che attrae visitatori da tutte le parti del mondo.

Il cittadino sempre al centro
 
La cura del verde tocca in primis il cittadino, che deve poter disporre di aree verdi attrezzate, in cui praticare sport, accompagnare gli amici animali e ritrovare il senso di comunità sempre più sfilacciato. Dalla valorizzazione del verde nei quartieri può nascere una nuova socialità per una comunità più coesa e solidale. Dalla valorizzazione dei parchi i quartieri avranno un grande beneficio in termini di vivibilità.

I quartieri come i borghi d’Italia
 
Riprendendo l'idea del Borgo più bello d'Italia, sarà organizzato un evento ricorrente per il quartiere meglio tenuto sotto l'aspetto del verde e dei giardini pubblici e privati. Nello spirito della cittadinanza partecipata, la popolazione sarà chiamata a mettersi in gioco per rendere la città un unico grande giardino.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Moritz Mantero: "Il verde al centro del programma del centrosinistra a Como"

QuiComo è in caricamento