Sabato, 31 Luglio 2021
Politica

Da Villa Saporiti il "no" alla chiusura degli uffici postali

Il consiglio provinciale ha approvato una mozione per dire "no" alla chiusura degli uffici postali nell'ambito della ristrutturazione aziendale di Poste Italiane. Il rischio chiusura in provincia di Como riguarda quattro uffici: Camnago Faloppio...

Caso neve, Rita Livio si scusa in consiglio: "Faccio mea culpa". Ma i sindaci leghisti attaccano

Il consiglio provinciale ha approvato una mozione per dire "no" alla chiusura degli uffici postali nell'ambito della ristrutturazione aziendale di Poste Italiane. Il rischio chiusura in provincia di Como riguarda quattro uffici: Camnago Faloppio, Bulgorello, Como 3, Tremezzo. Per altri 18, si prevede, per ora, un ridimensionamento con chiusura a giorni alterni: Alserio, Anzano del Parco, Blevio, Brunate, Castelmarte, Cima, Colonno, Drezzo, Laino, Lanzo d'Intelvi, Nesso, Plesio, Pognana Lario, Rodero, Ronago, Sormano, Torno, Valsolda.

La mozione è stata presentata dalla consigliera provinciale Maria Grazia Sassi (Forza Italia) e per gli altri gruppi da Giovanni Rusconi (Lega), Emanuele Mambretti (Provincia civica) e Guido Rovi (PD), fatta propria dalla Presidente Maria Rita Livio, la quale ha preso l'impegno di sentire le organizzazioni sindacali e i vertici provinciali di Poste Italiane nel minor tempo possibile.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da Villa Saporiti il "no" alla chiusura degli uffici postali

QuiComo è in caricamento