Politica

Como, soppresse le pattuglie notturne della polizia locale

Nessuna auto della polizia locale di Como circolerà dopo le 2.15 di notte fino alle 6.40 del mattino. Secondo la proposta di  accordo il servizio di pattugliamento notturno verrà eliminato anche per le due uniche due notti a settimana nelle quali...

polizia-locale-autovelox-nov15

Nessuna auto della polizia locale di Como circolerà dopo le 2.15 di notte fino alle 6.40 del mattino. Secondo la proposta di accordo il servizio di pattugliamento notturno verrà eliminato anche per le due uniche due notti a settimana nelle quali era in vigore. Questa novità, che taglia il servizio di polizia locale nel cuore della notte, verrà introdotta a fine ottobre. Gli accordi raggiunti tra i lavoratori della polizia locale e l'amministrazione locale, però, non prevede solo tagli sul servizio ma anche uno stanziamento di circa 110mila euro di cui 60 mila per la previdenza complementaree 50mila come premio per obbiettivi di progetto raggiunti. All'interno del corpo di polizia locale le posizioni sono divergenti al riguardo e non per tutti gli agenti si tratta di accordi soddisfacenti. A tale proposito i sindacati della funzione pubblica hanno indetto tra gli agenti di polizia locale un referendum unitario in programma il 6 e il 7 ottobre. "Il confronto è ancora aperto e si concluderà nei primi dieci giorni di ottobre - ha commentato Vincenzo Falanga, segretario Uil Fpl di Como - ma sarà difficile che il Comune decida di mantenere il servizio delle pattuglie notturne. E' un peccato perché si segna un passo indietro rispetto al passato: il pattugliamento notturno era uno dei fiori all'occhiello della nostra polizia locale. Va però detto anche che dal 2008 ad oggi l'organico della polizia locale di Como è diminuito di circa 40 agenti".

Intanto la novità del taglio dei pattugliamenti notturni ha già suscitato le reazioni della politica, in particolare del consigliere comunale Marco Butti (Fratelli d'Italia) estensore e presentatore di un ordine del giorno collegato al bilancio approvato dal consiglio lo scorso mese di febbraio, con il quale si impegnava il sindaco e la giunta ad attivarsi per estendere il servizio di polizia locale notturno a tutto l'arco della settimana. "Avevamo ampiamente ragione a dirci preoccupati per il mancato rispetto dell'ordine del giorno approvato a febbraio dal Consiglio Comunale. L'ordine del giorno venne anche ripreso nella relazione programmatica ma avevamo avuto il sentore che qualcuno agiva in un'altra direzione e, puntualmente ciò è accaduto. Dall'inizio di ottobre non solo non ci sarà l'estensione lungo la settimana ma il servizio cesserà anche nelle due notti durante le quali oggi viene garantito. Alla faccia della prevenzione e del rispetto del Consiglio Comunale da parte di una Giunta che ama rispettare gli ordini del giorno votati dal Consiglio solamente quando fa comodo". Fareo un referendum breve 6 e 7 ottobre
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Como, soppresse le pattuglie notturne della polizia locale

QuiComo è in caricamento