Como, flash mob dei Verdi contro le paratie

Patelli: "Le esondazioni sono estinte, basta con questo sfregio eterno"

Il lungolago di Como

Mentre in un altro articolo raccontiamo il degrado delle paratie, la storica portavoce dei Verdi di Como, Elisbetta Patelli, lancia un flash mob aperto a tutti gli ambientalisti e ai cittadini che vogliono esprimere il loro dissenso contro il "Mose Lariano".  La manifestazione parte verso le ore 14.30 da Porta Torre e attraverso il centro di Comio arriverà in piazza Cavour per una conferenza stampa alle ore 15.00 sul tema delle paratie. Di seguito il comunicato con le motivazioni del raduno.  

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Purtroppo Como , nonostante la bellezza dei suoi paesaggi, e' un luogo di pervicaci esempi di cattive pratiche ambientali. Quale che sia il parametro della salute ecologica del nostro territorio ,ci ritroviamo sempre in classifica tra le citta' peggiori per inquinamento , traffico , qualità della vita e tutela dell'ambiente . 
I cittadini hanno gia' subito lo sfregio delle paratie che hanno messo a soqquadro per piu' di un decennio la citta' , oscurato il suo lago , prosciugato soldi pubblici , attraverso un percorso di condanne , abusi e prescrizioni . E ora sono costretti a subire un secondo tentativo nella stessa direzione ben sapendo tutti, oramai , che le esondazioni si sono estinte, che il tema delle paratie serve solo ad una certa gestione proficua di maggiori volumi di acqua nel nostro bacino.
Per giunta, con una imperdonabile leggerezza progettuale ci verra' imposta in modo irreversibile una passeggiata tortuosa di gradini e scivoli, sopraelevata mediamente di 70/ 90 cm che come una barriera ci privera' della meravigliosa aperta visione del nostro lago. Sara' un opera che dubitiamo resti nei tempi e nei costi previsti, come la storia ci ha insegnato, che mettera' di nuovo a soqquadro l'intera citta e che una volta realizzata sara' irreversibile. Noi siamo ancora una volta contrari e crediamo si possa e si debba fare di meglio per Como".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Omicidio in piazza San Rocco a Como: ucciso don Roberto Malgesini

  • A Como la gara a chi mangia più arrosticini: il record da battere è 51

  • Chi era don Roberto Malgesini: un vero prete "di strada", in aiuto dei più deboli

  • I 7 migliori ristoranti dove mangiare etnico a Como

  • Lo ha ucciso con un coltello: chi è l'assassino di Don Roberto Malgesini

  • Studente positivo al covid al liceo Giovio di Como. E adesso cosa succede?

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
QuiComo è in caricamento