menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Como, Butti: "Più tavolini all'aperto per bar e ristoranti e subito una soluzione per il mercato mercerie"

Ecco cosa succede con la tassa di occupazione del suolo pubblico

Il dettaglio delle decisioni di Giunta arriva con un post dell’assessore al commercio Marco Butti. Primo punto, l’esenzione dal pagamento della tassa di occupazione del suolo pubblico per i giorni di stop causato dall’emergenza sanitaria. Bar, ristoranti e mercati nulla devono al Comune per quel periodo.
Poi, sempre per queste categorie, Butti definisce alcuni punti fondamentali della fase 2. Il primo riguarda la possibilità di ampliare l’area di dehors di bar e ristoranti, “compatibilmente - sottolinea Butti - con la disponibilità e le caratteristiche del suolo da occupare”. L’ampliamento sarà consentito nel rispetto delle normative in materia di sicurezza, dovrà sempre essere garantita l’accessibilità e l’operatività dei mezzi di soccorso e i tavolini non dovranno essere da impedimento alla circolazione pedonale e ciclabile. “Il tutto con procedure di richiesta dei permessi snelle e con esenzione della tassa di occupazione suolo”.

marcobutti

Poi c’è l’ampio discorso che riguarda gli ambulanti del mercato mercerie, che - sottolinea Butti - non rientrando tra i beneficiari delle misure del Decreto Rilancio: “Abbiamo assunto l’impegno di coinvolgere Anci e forze politiche perché questa disparità normativa venga meno. Se non dovesse accadere interverremo noi come Amministrazione Comunale”. Poi l’assessore fa sapere che ci sono due possibili soluzioni per la riapertura del mercato intraviste nell’accordo tra le associazioni di categoria e il Comune, ma per ora non ci dice quali siano.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Como e la Lombardia in zona arancione da lunedì 1 marzo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

QuiComo è in caricamento