Claudio Borghi e quei titoli esteri che fanno cinguettare Serra

Alla base della polemica gli investimenti all'estero del deputato e consigliere comunale leghista

Claudio Borghi

Tempi di colpi bassi anche per il leghista Claudio Borghi, deputato e consigliere comunale a Como. I circa quattrocentomila euro  in titoli di stato e obbligazioni estere che possedeva, prima di venderne una buona parte per l'acquisto di una casa, sono diventati un'occasione per scatenare una piccola rissa social attraverso Twitter. A diffondere la sua dichiarazione è stato il finanziere Davide Serra, uomo molto vicino all'ex segretario del PD Matteo Renzi, dalla sua base londinese dalla quale pare aver però perso un po' di dimestichezza con l'italiano: "Scusi onorevole sono certo non sia vero che lei ha tutti i suoi risparmi all'estero e che lei finanzia stati esteri come da sua dichiarazione qui allegata. Visto vuole uscire Euro può darci evidenza ha tutti i suoi Risparmi in Debito Italiano e conti in Italia?". Immediata la replica di Claudio Borghi: "Scusi caro Serra, ma con quale logica uno che ha sempre denunciato l'assoluta pericolosità per i risparmi per l'Italia in un'eurozona che con le regole attuali non ha garanzie per i risparmiatori (e lei che speculava al ribasso su MPS lo sa) dovrebbe metterci i propri risparmi?"

Dopo questo cinguettio, non sono mancati gli attacchi a Borghi, teorico dell'uscita dall'Italia dall'Euro. Anche Serra non si è arreso e ha ribattuto: "Osservo che se tutti facessero come lei non ci sarebbero soldi in nessuna Banca Italiana per Mutui, Prestiti a Aziende, Debito Pubblico che finanzia Pensioni e lo Stato fallirebbe. Solo per essere coerenti con sua logica. Lo spieghi bene anche ai suoi elettori". Puntale una seconda replica da parte di Borghi: "Caro Serra, è proprio quello che sta succedendo", "quando si aboliranno leggi suicide come il Bail in e quando il nostro debito pubblico sarà garantito incondizionatamente da una banca centrale allora torneremo un paese normale e ripartirà l'economia".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Autocertificazione per chi si sposta: il modulo aggiornato (il quarto)

  • Dall'ospedale Spata scrive una durissima lettera a Gallera: "I medici non sono stati coivolti nelle decisioni"

  • Pasqua blindata, restrizioni almeno fino al 18 aprile

  • Il questore di Como chiarisce i casi in cui per la spesa e i farmaci si può uscire dal proprio comune

  • Il grido d'aiuto degli infermieri di Como: "Siamo pochi e ci stiamo ammalando"

  • All'ospedale Sant'Anna 20 dipendenti contagiati: sono medici, infermieri e operatrici socio-sanitarie

Torna su
QuiComo è in caricamento