Passeggiate creative: “L’anime femminili delle fonti”. A Plesio sulle orme di Gian Pietro Lucini

Il Lago di Como

Nuova "Passeggiata Creativa" immersa nella natura a Breglia, frazione di Plesio, sulle tracce letterarie e spirituali del poeta Gian Pietro Lucini. Ritrovo ore 12.00 al Palazzetto polifunzionale in via per la Grona 88. 

Gian Pietro Lucini, figura appartata della scena letteraria italiana tra la fine dell’Ottocento e i primi del Novecento è stato negli ultimi anni riscoperto e rivalutato come iniziatore delle avanguardie che hanno attraversato il Ventesimo secolo. Un “padre putativo” talmente ironico e dissacrante da apparire superiore e distaccato rispetto a qualsiasi movimento, compresi quelli che alla sua fonte letteraria si sono abbeverati. Scelse come luogo dell’anima e di vita la sua villa di Breglia, sopra Menaggio, non troppo lontana da quella (a Como, frazione Cardina) dell’amico “scapigliato” Carlo Dossi.  Si propone una passeggiata creativa alla riscoperta della sua figura umana e letteraria, nonché dei territori della Val Menaggio (in particolare Plesio e Breglia), che gli furono tanto cari.

Ore 12.30 – introduzione sul legame tra Gian Pietro Lucini e Breglia (frazione di Plesio) a cura di Pietro Berra, quindi pranzo, preparato dall’associazione Amici di Breglia / Nun de Brea. Il menu a 12 euro include: risotto alla milanese, arrosto o formaggi, braschino di Garzeno (dolce tipico del lago di Como), acqua. Al termine del pranzo, lettura poetica di Tomaso Kemeney, tra i più rappresentativi poeti italiani contemporanei, tra i fondatori della Casa della poesia di Milano, città dove Lucini è nato ed è sepolto. 

Ore 14.30-17 – passeggiata a Breglia, da casa Lucini, aperta eccezionalmente al pubblico per l’occasione, lungo un percorso in piano ad anello di 4 chilometri, che attraversando bellissimi boschi porta prima al Santuario della Madonna del Rosario, quindi alla cappella di San Domenico, punto panoramico tra i più spettacolari del lago di Como. Il percorso, in quattro tappe, sarà accompagnato da una narrazione di Pietro Berra, intervallata da un intervento di Chiara Milani, responsabile scientifica della Biblioteca comunale di Como dove è conservato l’archivio di Lucini, e letture dei poeti Amos Mattio e Paola Pennecchi della Casa della poesia di Milano

“E nei freschi cristalli dei rivoli montani, / sorgevano le chiome color d’acqua a sciorinare al sole / l’anime feminili delle fonti, / l’ardor virile e glauco dei torrenti ad asciugar la barba, […]L’Uomo assicura, per sé, nelle imagini sante / del mondo eterno, eterne create da lui, / volontà e si applaude nelle leggi, nell’arte, / nel dominio sereno, e si specchia / nelli innumeri Miti del Sogno e della Vita”. (Gian Pietro Lucini, da “Revolverate e nuove revolverate”, 1975, postumo).

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Escursioni, potrebbe interessarti

I più visti

  • Monet, Cézanne, Renoir, Gauguin e Van Gogh: a Lugano i capolavori della Collezione Emil Bührle

    • dal 14 marzo al 30 agosto 2020
    • Lac - Lugano - Svizzera
  • Riapre Villa del Grumello, ecco il programma

    • Gratis
    • dal 21 giugno al 2 agosto 2020
    • Villa del Grumello
  • Festival Como Città della Musica a Villa Olmo, Villa del Grumello e Villa Erba

    • Gratis
    • dal 28 giugno al 12 luglio 2020
    • Villa Olmo e Villa del Grumello e Villa Erba
  • Fiori narrati: illustratori dell'art nouveau in dialogo con Villa Bernasconi a Cernobbio

    • dal 7 marzo al 20 settembre 2020
    • Villa Bernasconi
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    QuiComo è in caricamento