Il ruolo dei grassi e degli zuccheri nella dieta: quali sono più nocivi?

Una persona che vuole mantenere la linea ha bisogno di tenere sotto controllo l’assunzione di zuccheri e grassi perché entrambi fanno ingrassare, tuttavia bisogna sempre fare attenzione a dei piccoli dettagli per preservare la salute e per la buona riuscita di una dieta. Scopriamoli

Dieta, grassi e zuccheri

Nemici della dieta, i grassi e i gli zuccheri sono gli alimenti che è preferibile evitare quando si decide di seguire un regime alimentare ipocalorico con l'obiettivo di perdere peso. Spesso però, soprattutto nelle diete fai da te, molte persone commettono il comune errore di eliminare uno dei due elementi a favore dell'altro. Vi siete mai chiesti se questa scelta sia salutare ed efficace per la vostra dieta? Oppure, se quando si vuole dimagrire è meglio mangiare maggiormente cibi grassi oppure alimenti zuccherati? Facciamo chiarezza.

Una persona che vuole mantenere la linea ha bisogno di tenere sotto controllo l’assunzione di zuccheri e grassi perché entrambi fanno ingrassare, ma bisogna sempre fare attenzione oltre che alle quantità, anche alle diverse tipologie di alimenti. Infatti, grassi e zuccheri sono presenti nei cibi sotto forme diverse. Ad esempio, quando mangiamo una bistecca, oltre alle proteine, immettiamo nell’organismo una certa quantità di grassi. Quando invece consumiamo un piatto di pasta, il nostro corpo assorbirà una buona quantità di zuccheri. In entrambi i casi, questi elementi sono importanti per la salute, ma bisogna fare attenzione a non eccedere.

Gli zuccheri

Gli zuccheri svolgono un ruolo fondamentale per la salute del nostro organismo: vengono assorbiti immediatamente e trasformati in energia. Tuttavia, bisogna stare attenti alle quantità, soprattutto quando si tratta di zuccheri raffinati. Come leggiamo su fondazioneveronesi.it, secondo i risultati di un'analisi pubblicata sulla rivista della Società Europea di Cardiologia, l'uso esagerato di cibi e bevande dolci, nel tempo, risulta associato ad un maggiore volume di tessuto adiposo intorno al cuore, nell'addome e sotto la cute. Queste caratteristiche sono associate ad un maggiore rischio di malattie cardiovascolari e di diabete. L'indagine è stata condotta sui dati raccolti da uno studio che ha monitorato per oltre 20 anni stili di vita e stato di salute di oltre 3.000 persone negli Usa.

Secondo le Linee guida della SINU, Società italiana di nutrizione umana, è importante distinguere fra i diversi alimenti che contengono zuccheri. Esistono infatti molti cibi che contengono naturalmente zuccheri, come la frutta e il latte, che apportano però anche nutrienti importanti come vitamine, fibra, sali minerali, proteine; e poi ci sono altri alimenti che invece sono composti prevalentemente da zucchero e che non sono utili alla nostra dieta, come dolciumi e assimilati. Se si vuole ridurre il totale degli zuccheri che ingeriamo, è dunque bene rinunciare a questa seconda categoria di alimenti.

I grassi

Quando si parla di alimentazione tutti puntano il dito contro i grassi, descrivendoli come elementi pericolosi per la salute. In realtà, le cose sono un po' diverse. I grassi sono composti fondamentali poiché utilizzati dal nostro corpo per la produzione di energia e per il trasporto e l’assorbimento di altri nutrienti liposolubili, come alcune vitamine. Bisogna, tuttavia, differenziare i grassi saturi da quelli insaturi. I medici suggeriscono di evitare soprattutto i primi, mentre quelli insaturi giocano un ruolo importante in una dieta equilibrata.

Anche i grassi apportano benefici al nostro organismo, basti pensare agli Omega 3, importanti per la salute del sistema cardiovascolare. Al contrario, i grassi saturi possono causare diverse problematiche. Essi possono essere sia di natura animale che vegetale, e si trovano principalmente in burro, margarina, strutto, lardo, olio di palma, olio di cocco, carni grasse, formaggi grassi, fritture e prodotti da forno industriali.

Cibi grassi o alimenti zuccherati per dimagrire?

Tenendo conto di ciò che abbiamo appena detto, distinguendo dunque tra i diversi tipi di zuccheri e grassi, come leggiamo sul web, ai fini della perdita di peso consumare grassi al posto degli zuccheri è più conveniente in termini di efficacia. Lo zucchero, infatti, una volta assunto fa balzare la glicemia, che richiama l’insulina a regolare questo eccesso. L’insulina abbassa subito la presenza di zucchero, che provoca come conseguenza un nuovo senso di fame. Il grasso, invece, richiede molto più tempo per essere digerito e il senso di sazietà presente nell’organismo, non fa richiedere altro cibo. Attenzione sempre al tipo e alle quantità.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lombardia, nuova ordinanza: intere province in arancione "scuro"

  • Rovellasca, distrugge una Lamborghini contro alberi e auto parcheggiate: ferito grave

  • Effetto Draghi, non si esce dalla Lombardia sino al 27 marzo. Vietate le visite ad amici e parenti in zona rossa

  • Nuovo Dpcm Draghi dal 6 marzo: cosa cambia a Como e in Lombardia

  • Como e la Lombardia in zona arancione da lunedì 1 marzo

  • Covid: ecco come prosegue il piano vaccinale a Como

Torna su
QuiComo è in caricamento