menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Infermieri covid (repertorio)

Infermieri covid (repertorio)

Paziente covid muore da solo in ospedale: la famiglia avvisata tre giorni dopo

È accaduto all'ospedale Sant'Anna, immediate le scuse dei vertici della struttura: "Personale sotto stress"

Un uomo di 76 anni, di Fino Mornasco, era ricoverato all'ospedale Sant'Anna nel reparto covid di terapia intensiva. La sua situazione era molto critica e, purtroppo, lo scorso venerdì, 11 dicembre 2020, è venuto a mancare. La famiglia però è stata avvisata soltanto dopo tre giorni dal decesso. I vertici dell'ospedale Sant'Anna, tramite una nota, hanno immediatamente fatto le loro scuse ai famigliari: 

Siamo addolorati e dispiaciuti per l’errore e porgiamo innanzitutto le nostre condoglianze alla famiglia. Il primario, la dottoressa che seguiva il paziente e la dirigente dell’ufficio Relazioni con il pubblico hanno immediatamente contattato la famiglia per porgere le proprie scuse e si sono messi a disposizione per incontrare i parenti. E’ un caso più unico che raro quello verificatosi, tanto più che la famiglia era stata avvisata della gravità del quadro critico e dell’imminenza del decesso e a distanza di poche ore da quella chiamata è poi avvenuta la morte del paziente. Non dovrebbe mai accadere e non vogliamo certamente cercare scuse ricordando la pressione e lo stress cui il personale è sottoposto da mesi a causa dell’emergenza Coronavirus. Ribadiamo il dispiacere per l'accaduto e restiamo a disposizione della famiglia

La famiglia al momento non ha rilasciato dichiarazioni.

Un episodio senz'altro spiacevole ma che rende anche l'idea di quanto possano essere sotto stress tutti gli operatori sanitari, i medici e gli infermieri che in questo periodo stanno affrantando, ancora, l'emergenza covid. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Avanza l'ipotesi zona rossa per tutta la Lombardia dall'8 marzo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

QuiComo è in caricamento