Coronavirus

Moratti: "In Lombardia nessun caso di variante indiana sequenziato"

La variante inglese è la più diffusa in Lombardia

Moratti

C'è molta attenzione per la variante indiana del Covid-19 in Italia e in Lombardia dove giusto ieri, 3 maggio 2021, è atterrato a Orio al Serio l'ultimo volo dall'India.

I passeggeri proprio per precauzione e come da protocollo istituito sono stati isolati in alcuni covid Hotel in attesa dei 14 giorni previsti. A fare il punto della situazione sulle varianti in Lombardia è la vicepresidente e assessore al Welfare della Regione Lombardia, Letizia Moratti che ha dichiarato che "in Lombardia, a oggi, non sia stata ancora sequenziata alcuna variante indiana del Covid-19". "Al momento - ha proseguito la vicepresidente Moratti - nei laboratori di riferimento regionale, da dicembre 2020 ad oggi, sono stati identificati: 5.423 casi di variante inglese, 33 di quella sudafricana, 50 di quella giappo-brasialiana, 34 di quella nigeriana. Sono poi stati genotipizzati anche 185 casi definiti come 'altra variante' che - ha sottolineato Letizia Moratti - per la Direzione generale Welfare "non sono d'interesse scientifico" e "all'interno della quale non risulta comunque quella indiana"

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Moratti: "In Lombardia nessun caso di variante indiana sequenziato"

QuiComo è in caricamento