Coronavirus

Colpo di scena, la Lombardia è in zona gialla da lunedì 1 febbraio

Fontana avvisato del semaforo giallo dal ministro della Salute Speranza

Luce gialla

Contrariamente a tutte le previsioni, anche quelle unanimi di questa mattina, la Lombardia è in zona gialla da lunedì 1 febbraio, e non da domenica 31 gennaio come si pensava all'inizio. Il ministro della Salute, Roberto Speranza, sulla base dei dati e delle indicazioni della Cabina di Regia che ha valutato l'indice Rt, firmerà in serata le nuove ordinanze che andranno in vigore a partire da lunedì 1 febbraio e non da domenica 31 gennaio come si pensava.

La Lombardia sarà quindi in zona gialla, ora è ufficiale. Passano invece in area arancione Puglia, Sardegna, Sicilia, Umbria e la Provincia Autonoma di Bolzano. Nessuna regione rossa. Nel giro di una sola settimana la Lombardia passa così dalla zona rossa a quella gialla dopo una sola settimana di arancione. Accolte così le istanze di Fontana che oggi reclamava la zona gialla per la Lombardia. 

"Mi ha appena chiamato il ministro della Salute, Roberto Speranza. La Lombardia passa in zona gialla. È stata una settimana certamente difficile – afferma Fontana- abbiamo lottato perché, come attestano i dati, i lombardi meritano questa riduzione delle restrizioni. A tutti chiedo di continuare comunque a mantenere sempre alta l'attenzione continuando ad adottare comportamenti virtuosi". 

Zona gialla: cosa si può fare

Nelle regioni in zona gialla sono consentiti tutti gli spostamenti, anche al di fuori del proprio comune di residenza, purché non si superino i confini regionali. Non servirà l'autocertificazione. Resta, invece, il coprifuoco notturno, con il divieto di uscire di casa tra le 22 e le 5 del mattino, se non per "comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità o motivi di salute", che andranno "provati" con l'autodichiarazione. In zona gialla riaprono anche i bar, i ristoranti e tutti gli altri locali con il servizio al tavolo possibile fino alle 18. L'asporto sarà attivo fino alle 22, mentre la consegna a domicilio è sempre consentita. Aperti anche i negozi e i centri commerciali.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Colpo di scena, la Lombardia è in zona gialla da lunedì 1 febbraio

QuiComo è in caricamento