Coronavirus

L'ira di Fontana, zona rossa ingiusta: "Lombardia calunniata per coprire le mancanze di Roma"

In attesa della seconda udienza del Tar che si terrà lunedì 25 gennaio, il governatore continua a sostenere la sua posizione, con toni anche accesi

Attilio Fontana

Lo ha scritto il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, sul suo profilo ufficiale di Facebook. Il governatore, dopo il ricorso al Tar per cercare di cambiare il colore della Lombardia da rosso ad arancione, in attesa della seconda udienza del Tar che si terrà lunedì 25 gennaio, continua a sostenere la sua posizione, con toni anche accesi. 

“La Lombardia deve essere collocata in zona arancione. Lo evidenziano i dati all’esame della Cabina di regia, ancora riunita. Abbiamo sempre fornito informazioni corrette. A Roma devono smetterla di calunniare la Lombardia per coprire le proprie mancanze”.

Fontana appoggiato da Guidesi: "I Lombardi devono tornare a lavorare"

"Il Governo prenda atto degli errori commessi fino ad oggi e faccia tornare subito i Lombardi a lavorare. Roma la deve smettere con questo attacco e questo astio nei confronti del sistema produttivo Lombardo e in generale di tutti i Lombardi". Lo afferma l'assessore allo Sviluppo economico della Regione Lombardia, Guido Guidesi.

"Regione Lombardia – conclude - utilizzerà tutti gli strumenti a sua disposizione per tutelare i propri cittadini e lo farà fino a quando la situazione non cambierà".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'ira di Fontana, zona rossa ingiusta: "Lombardia calunniata per coprire le mancanze di Roma"

QuiComo è in caricamento