Rebbio

Affitto truffa: mette in internet un annuncio, ma la casa è dell'Aler

L'uomo si è fatto dare la caparra. La vittima è una ragazza

Case popolari di Como (foto repertorio)

Ha pubblicato un annuncio immobiliare relativo a un appartamento che, però, non era suo, bensì dell'Aler, vale a dire dell'Azienda lombarda edilizia residenziale. Nei guai è finito un 41enne che è stato denunciato dai carabinieri di Rebbio (quartiere di Como) con l'accusa di truffa. L'uomo aveva pubblicato sul sito di annunci subito.it un'inserzione relativa a un immobile disponibile per la locazione. Attirata forse dalle belle foto o dal prezzo conveniente una ragazza di Rebbio ha contattato il sedicente locatore. La trattativa è durata poco e si è conclusa con la richiesta di una banale e semplice caparra di 500 euro. La ragazza ha acconsentito ed esaudito la richiesta, scoprendo presto che aveva pagato per un appartamento che non era affatto di proprietà dell'uomo. Non solo, quell'appartamento è di proprietà di un ente pubblico e nessun privato avrebbe potuto disporne senza autorizzazione. 
La ragazza ha sporto deuncia ai carabinieri che hanno avviato le indagini del caso riuscendo a risalire all'autore dell'annuncio che, adesso, dovrà rispondere dell'accusa di trufa. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Affitto truffa: mette in internet un annuncio, ma la casa è dell'Aler

QuiComo è in caricamento