Valle Verzasca, le Maldive della Svizzera

E la sua diga è diventata famosa grazie al salto in apertura del film di James Bond “GoldenEye”

Valle Verzasca, Ponte di Lavertezzo

La Valle Verzasca è una valle idilliaca immersa in un impressionante paesaggio montano. È ideale per escursioni sia a piedi che in bicicletta e per godersi la natura. Il cuore della valle è il verdissimo fiume Verzasca, con le sue profonde gole levigate e i bacini che invitano a fare il bagno in estate. Non per niente proprio grazie a questi luoghi balneari ha il nomignolo di “Maldive della Svizzera”. In ogni caso uno dei luoghi più intertessanti del distretto ticinese Ascona Locarno.

La Valle Verzasca è molto apprezzata per la sua bellezza, la sua natura e le numerose possibilità che offre. In nessun altro luogo al mondo esiste un imboccatura più spettacolare come in questa valle. Si tratta dell’imponente muro di 220 metri di altezza della Diga della Verzasca, diventata famosa in tutto il mondo grazie al salto in apertura del film di James Bond “GoldenEye”.

Verzasca-storia2-2

A Brione Verzasca si trova un grande parco di Bouldering, apprezzato doprattutto in primavera e in autunno. La Valle Verzasca è particolarmente amata anche dalle famiglie. Dal Sentiero delle Leggende all’enorme pista di biglie in legno di castagno BoBosco, dalle aree barbecue alle bellissime zone balneari, qui c’è tutto quello che serve per un avventura in famiglia di successo. Un classico intramontabile della Valle Verzasca è il Sentierone, che attraversa tutta la valle da Tenero fino a Sonogno. Questo meraviglioso sentiero può essere percorso a piedi in diverse tappe o (in parte) in mountain bike.

La Valle Verzasca è una valle svizzera del Canton Ticino. Appartiene al distretto di Locarno e comprende i comuni di Mergoscia, Vogorno, Corippo, Lavertezzo, Brione Verzasca, Cugnasco-Gerra, Frasco e Sonogno. Tranne Mergoscia, appartenente al circolo di Navegna, tutti questi comuni sono parte del circolo di Verzasca. Situata tra la Valle Leventina e la Val Maggia, include Brione Verzasca, centro geometrico del cantone; è l'unica valle del cantone che non comprende un confine di Stato. Circondata da alte montagne, è collocata a nord del Lago Maggiore e si estende da sud a nord per circa 25 km. Ospita un bacino artificiale, il lago di Vogorno, formato dalla diga di Contra alta 220 metri e larga 380. Dal punto di vista orografico la valle si colloca nelle Alpi Ticinesi e del Verbano (sottosezione delle Alpi Lepontine).

diga contra-2

Ogni anno, la Valle Verzasca richiama circa 300.000 turisti, la maggior parte dei quali raggiunge in giornata la valle dal restante territorio del Canton Ticino o dalle province italiane di Como e Varese. La Verzasca attrae tanto i canoisti quanto i sommozzatori. Tuttavia la sua discesa è piuttosto difficile e, in alcuni tratti, pericolosa a causa delle correnti

La Verzasca è un fiume che scorre nell'omonima valle del Cantone Ticino. Il nome deriva dal. lat. vertex, verticem (vertice), che nella lingua della valle si è trasformato in vertezzöö e, per sincope, in verzöö. Ricordiamo che Verzöö è il nome di una frazione di Lavertezzo situata in alto, sulla collina, da cui si ha una vista più estesa a monte e a valle che non dal nucleo del paese in basso. Così la Verzasca è da considerarsi essere la ‘valle di Lavertezzo’. Il nome Verzasca non ha nulla a che vedere né con verde né con acqua. Nasce dal Pizzo Barone a 2864 m s.l.m. e incontra il primo insediamento umano a Sonogno (918 m s.l.m.) dopo aver percorso la Val Vegornèss. Si dirige poi impetuosamente verso sud costeggiato da alte montagne e passando sotto il Ponte dei Salti, a due arcate, a Lavertezzo. In estate questo punto è particolarmente apprezzato dai bagnanti.

Prima di uscire dalla valle nel Piano di Magadino il fiume forma il Lago di Vogorno, bacino artificiale formato da una diga alta 220 metri. A Tenero (210 metri s.l.m.) si getta nel Lago Maggiore. 

Ponte_dei_Salti,_Lavertezzo-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Remo Ruffini, presidente di Moncler a Fontana: "Ridateci i milioni donati per la Fiera"

  • Un malore improvviso: addio a Mario Bottiani, fiorista del mercato coperto

  • Ecco cosa cambia se Como entra in zona arancione

  • Mascherine: i 5 errori da non commettere per evitare il contagio

  • Follia Lidl, anche nel Comasco file e corse per le scarpe (comprate a 12.99 e già in vendita a 200 euro)

  • Il Lago di Como, da paradiso dei vip a caso mondiale di covid: un danno incalcolabile

Torna su
QuiComo è in caricamento