La notte delle barche di San Pietro: mandateci le foto dei vostri bicchieri

Anche quest'anno si è rinnovata la tradizione tipicamente lombarda

Quanti di voi hanno partecipato a questo gioco? E quanti invece non sanno neanche di che cosa si stia parlando? Quella della barca di San Pietro è infatti sì una tradizione lombarda, ma una tradizione che non tutti conoscono. Partita da noi ma diffusa un po' in tutto il nord Italia, è l'abitudine nella notte tra il 28 e il 29 giugno (giorno appunto della festa dei Santissimi Pietro e Paolo) di preparare secondo la tradizione una brocca piena d'acqua -ma ormai la maggior parte dei partecipanti usa un bicchiere da birra o da vino - e lasciar cadere con un gesto fermo e deciso un albume d'uovo. Il composto (non mescolato!) deve poi restare all'aria aperta per tutta una notte e la mattina del 29 al suo interno appariranno delle immagini che possono ricordare, certo con molta fantasia, le Vele di una barca.

La tradizione vuole che sia lo stesso San Pietro, durante la notte, ha modellare i velieri, ma attenzione, se quest'anno non conoscevate la tradizione e l'anno prossimo volete invece cimentarvi, dovete ricordare che a seconda di come si presentano le vele, della loro altezza e quantità, vi saranno buoni o cattivi auspici. Ammesso che, nel 2020, troviate ancora qualche aruspice in grado di leggere questi segnali.
Intanto, se avete rispettato la tradizione, mandateci le foto dei vostri velieri.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Como, anche Natale e capodanno in casa: ristoranti chiusi, il nuovo Dpcm cambia direzione

  • Como, litiga con la moglie e cammina per 450 chilometri per smaltire la rabbia

  • Lockdown di Natale: dal 20 dicembre al 10 gennaio tutti a casa

  • Cantù, Lidl chiuso fino al 29 novembre per aver violato il Dpcm. Le scarpe non c'entrano nulla

  • Zona arancione, cosa si può fare a Como da domenica 29 novembre

  • Como in zona arancione da domani o dal 4 dicembre? Ma cambia poco

Torna su
QuiComo è in caricamento