Trasporto ferroviario Piazzale San Gottardo

Troppe biciclette a bordo: un esercito di riders blocca il treno da Milano a Como

Convoglio fermo per ragioni di sicurezza: ritardo di ore da Garibaldi a San Giovanni

Un vero e proprio assalto al treno che lo ha tenuto fermo per quasi due ore alla stazione di Porta Garibaldi. Quasi un centinaio di ragazzi delle consegne - gli ormai noti riders di Deliveroo, Juest Eat e delle altre comapognie che consegnano cibo a domicilio - si sono ritrovati a prendere lo stesso treno, quello diretto a Como delle ore 22.39 di domenica 14 luglio 2019. Chissà perché, complice forse lo sciopero che ha annullato alcune corse, sono saliti a bordo con le loro biciclette. Un esercito di bici che ha indotto il capotreno a bloccare il convoglio per motivi di sicurezza.

ritardo trenord-2

E' dovuta intervenire anche la Polfer per invitare i ciclisti delle consegne a scendere dal convoglio con la loro due ruote. Infatti, il regolamento di Trenord per il trasporto di biciclette è chiaro: "Sui treni e servizi di Trenord nelle modalità espressamente indicate nell’Orario Ufficiale è possibile trasportare le biciclette solo ed esclusivamente all’interno dei vestiboli o negli appositi spazi laddove disponibili. Sui treni su cui non siano presenti specifiche vetture per il trasporto di biciclette, è possibile caricare un massimo di 5 biciclette per carrozza (una per passeggero e comunque di lunghezza non superiore a 2 metri). Nei casi di particolare affollamento (per ridotto numero di posti offerti, ritardi, soppressioni, eventi speciali) è facoltà del personale addetto al controllo limitare l’accesso delle biciclette, anche nell’ipotesi in cui il treno da orario ne preveda il trasporto".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Troppe biciclette a bordo: un esercito di riders blocca il treno da Milano a Como

QuiComo è in caricamento