Fase 2 coronavirus, Trenord si prepara: ecco come saranno gestite le stazioni

Dal 4 maggio segnaletica,gestione dei flussi, razionalizzazione della circolazione dei treni per riuscire a evitare sovraffollamenti

Ferrovienord metterà in atto dal prossimo 4 maggio - in collaborazione con Trenord e nel rispetto del quadro normativo nazionale e regionale - un piano di gestione delle stazioni per la Fase 2, basato sul principio del mantenimento della distanza tra le persone per evitare occasioni di aggregazione e dell'adozione delle misure di protezione e sicurezza. Queste le principali misure.

CARTELLI DI AVVISO E SEGNALAZIONE – Sarà avviata una campagna di comunicazione specifica, condivisa con Trenord e Regione Lombardia, con affissione di cartellonistica in italiano e inglese, sulla gestione dei movimenti nelle stazioni e le misure di comportamento. Si partirà dalla stazioni più frequentate come Milano Cadorna e Milano Bovisa per poi estenderla alle altre. Saranno coperti in via prioritaria i 20 principali scali dove transita il 70% degli utenti. La stessa campagna sarà rilanciata anche sui profili social del Gruppo FNM.

ANNUNCI SONORI E MESSAGGI SU TELEINDICATORI - In tutte le stazioni, saranno riprodotti messaggi audio e a scorrimento sui teleindicatori in italiano e inglese sui corretti comportamenti.

VIDEOMESSAGGI - Un videomessaggio, basato sulla campagna di comunicazione, sarà trasmesso sui 400 monitor presenti in tutte le stazioni per richiamare i corretti comportamenti.

DISTINZIONE BANCHINE PER RICEVIMENTO TRENI CONTEMPORANEI - A Milano Cadorna, verrà razionalizzata la circolazione dei treni per evitare la concomitanza dei flussi in salita e in discesa dai treni.

SEPARAZIONE FLUSSI – A Milano Cadorna i flussi in entrata e in uscita verranno separati con specifiche indicazioni. Lo stesso avverrà nei sottopassi di Milano Affori e Saronno.

DISTANZIAMENTO PERSONE NELLE ZONE A RISCHIO – A Milano Cadorna, Milano Bovisa e Milano Domodossola saranno applicati “bolli” per indicare i punti in cui sostare.

SANIFICAZIONE E PULIZIE – Proseguiranno gli interventi di pulizia e sanificazione delle stazioni con utilizzo di prodotti certificati e si procederà all’installazione di dispenser con gel igienizzanti nei principali scali.

ASCENSORI E SCALE MOBILI – Su ascensori e scale mobili, che verranno progressivamente rimessi in funzione, saranno applicate le indicazioni sul corretto utilizzo (una persona alla volta in ascensore e mantenimento della distanza sulle scale mobili).

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Como usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ecco cosa cambia se Como entra in zona arancione

  • Cantù, Lidl chiuso fino al 29 novembre per aver violato il Dpcm. Le scarpe non c'entrano nulla

  • Como, chiuso il bar Mitico: multati anche i clienti che consumavano sul posto cibi e bevande

  • Como in zona arancione da domani o dal 4 dicembre? Ma cambia poco

  • Zona arancione, cosa si può fare a Como da domenica 29 novembre

  • Valduce, la ragazza sul tetto dell'auto che cerca la mamma

Torna su
QuiComo è in caricamento