rotate-mobile
Domenica, 28 Novembre 2021
Coronavirus

In Svizzera arriva la pillola anti-covid

Il Molnupiravir potrebbe rappresentare una potenziale svolta nella lotta contro la pandemia

Come riporta oggi il Corriere del Ticino, su raccomandazione della Task Force scientifica contro il covid, l’Ufficio federale della sanità pubblica ha stipulato un cntratto con l’azienda svizzera Merck per la fornitura di un massimo di 8640 confezioni di Molnupiravir. Il farmaco dovrebbe essere disponibile al più tardi entro gennaio 2022.

"Uno studio clinico - ha precisato l'ente elvetic in una nota - ha mostrato l’efficacia del preparato da assumere per via orale «nei pazienti COVID-19 non ospedalizzati che presentano un rischio elevato di decorso grave della malattia". Il Molnupiravir presenta proprietà antivirali e può essere somministrato per via orale.

Il Molnupiravir è infatti una pillola antivirale prodotta da Merck che potrebbe rappresentare una potenziale svolta nella lotta contro la pandemia. Gli studi dimostrerebbero la capacità del farmaco nel ridurre il rischio di ricovero e morte nei pazienti affetti da coronavirus, fino a dimezzarlo. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In Svizzera arriva la pillola anti-covid

QuiComo è in caricamento