menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tra Como e Varese 130 posti per la degenza di sorveglianza

Si tratta di posti letto per pazienti covid quasi guariti ma che non possono tornare nelle proprie case

Sul territorio di competenza dell'Ats Insubria (Agenzia per la tutela della salute), vale a dire la quasi totalità della provincia di Como e di Varese, sono stati realizzati 130 posti letto dedicati alla degenza di sorveglianza. Si tratta di posti destinati ad ospitare pazienti covid in vi adi guarigione ma che per diversi motivi non possono fare ritorno alle proprie abitazioni.

"Sono 991 i posti nelle degenze di sorveglianza attivati finora in Regione Lombardia". Lo ha specificato l'assessore Giulio Gallera a margine dell'audizione nella Commissione Sanita' che si e' tenuta questa mattina in video conferenza. L'assessore Gallera ha inoltre dichiarato che "attualmente sono attive 44 Unita' speciali di continuita' assistenziale (USCA), le quali hanno gia' effettuato circa 3500 visite a domicilio".

"Abbiamo rafforzato le azioni e il livello delle cure e dell'assistenza territoriale - ha concluso Gallera - in stretta collaborazione con i Medici di base, a beneficio dei cittadini e della loro salute".

Ecco il numero dei posti nelle degenze di sorveglianza suddivisi per ATS:

Citta' Metropolitana di Milano: 276
Insubria: 130
Brianza: 116
Brescia: 116
Bergamo: 70
Valpadana: 114
Pavia: 149
Montagna: 20

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Nuovo Decreto Draghi, prevale la linea dura fino al 31 luglio: le regole

Coronavirus

Arriva il passaporto vaccinale europeo, ecco come funziona

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

QuiComo è in caricamento