Cantù, dopo i contagi al personale medico, Cgil chiede tamponi anche per ausiliari socio sanitari

Sono risultati positivi negli scorsi giorni due infermieri, un medico del Pronto Soccorso e due medici ortopedici

Non solo medici e infermieri. Bisogna fare il tampone anche a tutti gli ausiliari socio sanitari, ovvero tutti i lavoratori a contatto con la realtà ospedaliera e quindi esposti a maggior rischio di contagio del Covid-19. 

Dopo la notizia dei casi di positività a Coronavirus all'interno dell'ospedale di Cantù, anche il personale ausiliario socio sanitario, per la salute propria e di tutti, chiede di poter effettuare il tampone. Al momento, la direzione della società in appalto, la Cascina Global Service, non ha risposto alla richiesta della Filcams Cgil di Como di intervenire per garantire a tutti i lavoratori le condizioni di sicurezza.
Trattandosi di lavoratori a stretto contatto con medici e pazienti, è nell'interesse di tutti sapere se qualcuno sia positivo o meno al Covid 19, così da non contribuire, involontariamente, alla propagazione di un virus in una situazione già complicata e difficile per tutti.

Questo quanto trasmesso in un comunicato di Cgil Como.

"Purtroppo - commenta il segretario della Filcams provinciale Marco Fontana -  anche in questo caso emerge come i lavoratori degli appalti siano considerati lavoratori con diritti inferiori agli altri. Anche di fronte  a un'emergenza sanitaria senza precedenti, nelle aziende resisteno inaccettabili differenze tra lavoratori diretti e lavoratori degli appalti. Non mettere in sicureza tutti i lavoratori operanti nello stesso luogo, non significa solo tutelare loro,  ma serve a preservare l'intera  popolazione  dal possibile contagio . La battaglia della Cgil e della Filcams per dare ai lavoratori degli appalti gli stessi diritti e tutele dei lavoratori diretti,  appare ora più che mai una lotta giusta che deve intensificarsi in particolare sui temi della salute e della sicurezza".


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Remo Ruffini, presidente di Moncler a Fontana: "Ridateci i milioni donati per la Fiera"

  • Ecco cosa cambia se Como entra in zona arancione

  • Mascherine: i 5 errori da non commettere per evitare il contagio

  • Il Lago di Como, da paradiso dei vip a caso mondiale di covid: un danno incalcolabile

  • Piccole imprese che resistono, la storia di Alessandra :"I miei clienti, la mia forza mi dicevano: non mollare"

  • Deserto Malpensa: le surreali immagini di un viaggio da Como ad Addis Abeba

Torna su
QuiComo è in caricamento