Visite ai nonni e con chi si può andare in auto: le risposte alle domande sul Dpcm

Solo se entrambi i genitori sono impossibilitati a tenere i figli, se no meglio evitare

Controllo della polizia (foto Today)

Continuano le domande che gli italiani si fanno, specie nelle zone rosse come Como e provincia, su cosa è possibile o meno fare dopo il Dpcm del 3 novembre. In particolare, per chi lavora, si è posto il dubbio sulle visite ai nonni e sugli spostamenti in auto.

Le visite ai nonni

Sul sito del governo si legge che è possibile ma fortemente sconsigliato spostarsi per accompagnare i propri figli dai nonni o per andarli a riprendere all'inizio o al termine della giornata di lavoro. Questo perché gli anziani sono tra le categorie più esposte al contagio da Covid e devono quindi evitare il più possibile i contatti con altre persone. Pertanto, questo spostamento è ammesso solo in caso di estrema necessità, se entrambi i genitori sono impossibilitati a tenere i figli con sé per ragioni di forza maggiore. In tal caso i genitori possono accompagnare i bambini dai nonni, percorrendo il tragitto strettamente necessario per raggiungerli e recarsi sul luogo di lavoro, oppure per andare a riprendere i bambini al ritorno. Ove possibile, è assolutamente da preferire che i figli rimangano a casa con uno dei due genitori che usufruiscono di modalità di lavoro agile o di congedi.

Senza conviventi in auto, solo il guidatore davanti

L'automobile con persone non conviventi si può usare, purché siano rispettate le stesse misure di precauzione previste per il trasporto non di linea: ossia con la presenza del solo guidatore nella parte anteriore della vettura e di due passeggeri al massimo per ciascuna ulteriore fila di sedili posteriori, con obbligo per tutti i passeggeri di indossare la mascherina. L'obbligo di indossare la mascherina può essere derogato nella sola ipotesi in cui la vettura risulti dotata di un separatore fisico (plexiglas) fra la fila anteriore e posteriore della macchina, essendo in tale caso ammessa la presenza del solo guidatore nella fila anteriore e di un solo passeggero per la fila posteriore.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Como, anche Natale e capodanno in casa: ristoranti chiusi, il nuovo Dpcm cambia direzione

  • Como, litiga con la moglie e cammina per 450 chilometri per smaltire la rabbia

  • Lockdown di Natale: dal 20 dicembre al 10 gennaio tutti a casa

  • Zona arancione, cosa si può fare a Como da domenica 29 novembre

  • Allarme al Sant'Anna, 3 bambini colpiti dalla sindrome di Kawasaki. Forse correlazione con covid

  • Como in zona arancione da domani o dal 4 dicembre? Ma cambia poco

Torna su
QuiComo è in caricamento