rotate-mobile
Coronavirus

Lombardia, sono ancora 488 gli infermieri e i medici no vax sospesi

502 sono stati riammessi al lavoro perché si sono vaccinati

Sono 488 gli operatori sanitari sospesi in Lombardia perchè non hanno fatto il vaccino anti covid. In questo totale, come riportato su MilanoToday, dobbiamo considerare medici, infermieri e anche dirigenti. Questa cifra è alla base dei dati di accertamento di questa settimana. Di contro sono 502 gli operatori sanitari riammessi al lavoro dopo essersi vaccinati. 43 persone per pensionamento o dimissioni se ne sono andate e 159 sono regolarmente esonerate dalla vaccinazione. 23 hanno cambiato mansione.

A Lurate Caccivio, in provincia di Como, sta facendo discutere la vicenda della dottoressa che portava i suoi pazienti nella struttura per inoculare loro il vaccino ma in realtà fingeva. Le dosi venivano buttate. La dottoressa aveva ricevuto l'okay da Ats Insubria per vaccinare di persona i propria pazienti presso l'hub di Lurate. Rischia fino a 6 anni di carcere ma le indagini da parte della magistratura devono ancora fare chiarezza su molti aspetti della vicenda. È stato aperto un fascicolo dalla Procura di Como. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lombardia, sono ancora 488 gli infermieri e i medici no vax sospesi

QuiComo è in caricamento