Coronavirus

Fase 2, la proposta di Fontana a Conte: "In Lombardia negozi (non alimentari) aperti dalle 11 di mattina"

L'idea per evitare sovraffollamenti

Il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, ha scritto al presidente del Consiglio Giuseppe Conte. Obiettivo: ribadire le proposte lombarde per evitare il sovraffollamento del trasporto pubblico locale, in previsione della crescente riapertura delle attività.

"Sono tre - prosegue la Nota - le necessita' evidenziate dal governatore Fontana: evitare il sovraffollamento sui mezzi di
trasporto attraverso il cambiamento degli orari di ingresso negli uffici; garantire controlli efficaci sulla salita nei mezzi pubblici e sul distanziamento tra i viaggiatori e aiutare le famiglie che hanno figli in eta' scolare".

"La Lombardia - conclude la Nota - ha quindi ribadito al Governo la necessita' di insistere con lo smart working, potenziare il
trasporto su gomma (anche usando i noleggi auto con conducente), mettere in campo misure di sostegno per chi si deve occupare dei figli come i congedi parentali alternati"

Sulla sua pagina Facebook e ai microfoni di Rai Radio 1, Fontana ha spiegato che le aperture in fasce orarie diverse sarebbero utili per una nuova normalità, senza creare "orari di punta", specie adesso che si avvicina il 18 maggio, data in cui sarebbero previste le riaperture di quasi tutte le tipologie di esercizi commerciali. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fase 2, la proposta di Fontana a Conte: "In Lombardia negozi (non alimentari) aperti dalle 11 di mattina"

QuiComo è in caricamento