Coronavirus

Como, assalto alle biglietterie dei battelli: la voglia di normalità vince sul distanziamento

Le contraddizioni di questa Fase post lockdown sono tante, di base c'è la voglia di tornare a fare ciò che si faceva prima del coronavirus

In questa domenica, 21 giugno 2020, di inizio estate a Como non è mancato nulla: il bel tempo ha finalmente retto tutta la giornata, permettendo ai cittadini e ai numerosi turisti di godersi il lago e la città. Un pò come se nulla fosse accaduto, verrebbe da dire. Ad onor di vero tutti (o comunque la grande maggioranza delle persone incrociate per le strade) indossavano le mascherine, anche all'aria aperta, così come vuole il governatore della Lombardia Attilio Fontana. Un pò meno attenzione c'è stata per quanto riguarda il distanziamento sociale. Soprattutto nelle code per comprare il biglietti per i battelli. Tutti con la mascherina, ma tutti attaccati. All'aria aperta, in una giornata come quella di oggi, perdoniamo anche queste piccole disattenzioni. Probabilmente la voglia di normalità ha vinto o comunque comincia a farsi spazio tra le paure accumulate in questi mesi. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Como, assalto alle biglietterie dei battelli: la voglia di normalità vince sul distanziamento

QuiComo è in caricamento