rotate-mobile
Mercoledì, 19 Giugno 2024
Il coraggio di amare / Cermenate

Calise cerca casa a Como, l'appello disperato delle volontarie: "Per adottarla ci vuole coraggio"

Ecco la sua storia

Calise è una cagnolina molto dolce, bella (lo si vede dalle foto) e buona. È di razza Podenca, molto elegante e dal carattere vivace e intelligente. Si trova attualmente al Villaggio a 4 Zampe di Cermenate (Como, per informazioni su di lei o per incontrarla WhatsApp a Catia 340 9184408, Serena 389 6055529, Ilaria 3312231096 o anche Linda Iglesias su messenger di Facebook) in attesa di una famiglia che sia per sempre. Perché nessuno la vuole nonostante tutte le sue qualità? Ce lo spiega Catia, la presidentessa dell'associazione di volontariato l'Unione fa la Forza. 

"La cosa che spaventa tutti è che ha la Leishmaniosi, che è una malattia parassitaria che viene trasmessa dai Pappataci, in cui il sistema immunitario gioca un ruolo primario. È vero che se non curata può causare anche la morte, ma è una malattia che si può tenere sotto controllo. Attraverso controlli periodici (annuali) dal veterinario è possibile somministrare terapie che permettono al cane di vivere una vita normale. Con la normale profilassi contro i parassiti e i morsi da Pappataci, inoltre, è possibile senza difficoltà tenere sotto controllo anche i rischi di trasmissione".

Ci tiene molto Catia a parlare di questo tema di cui si conosce poco: "Chi adotta un cane con Leishmaniosi, continua, ad oggi diventa una persona "coraggiosa" perché, a detta di chi spesso non ha una conoscenza adeguata sulla malattia, porterebbe solo guai. 
Vi invitiamo a venire a conoscere questo bellissimo "guaio", a guardarla negli occhi e a dirle a lei che dovrà morire in un box perché ha una malattia non voluta da lei e non può essere amata da una vera famiglia perché tanti hanno paura. Vi invitiamo a venire qui e vi spiegheremo ogni cosa.
Scusate lo sfogo, ma quando ricevo una telefonata e descrivo il cane in questione e dico che ha la Leishmaniosi e che prende una pastiglia, tutti si tirano indietro e devo far rientrare nel box Calise e mi salgono le lacrime agli occhi perché io vedo quanta voglia ha lei di essere amata, quanto desiderio ha di avere un riscatto".

La bellissima Calise

La storia di Calise

Leishmaniosi a parte, possiamo dire che Calise sia comunque una miracolata. 

Era marzo, le volontarie di l'Unione fa la Forza avevano trascorso la giornata nelle perreras che sono i canili municipali spagnoli, veri e propri lager sovraffollati e sudici, in cui i randagi o gli animali abbandonati dalle loro famiglie vengono stivati in attesa della morte. Quel giorno erano riuscite a salvarne 8, la burocrazia non aiuta. Otto su centinaia che da un giorno all'altro avrebbero trovato la morte. Poi la telefonata nel cuore della notte.

Ci racconta questa storia un po' magica Catia: "Era circa mezzanotte e una telefonata ha spezzato il silenzio. Ci avvisavano che c'erano due cagnolini, fratello e sorella, e che se non li prendevamo noi sarebbero entrati dritti in perrera, oltrepassando quello che noi chiamiamo "il cancello del non ritorno". Li abbiamo presi.  Lui timido e lei vivace e bella come il sole. Diamo l'ok per salvarli e iniziare le procedure. Avevano al collo 2 corde marce, segno di quanto possano aver passato. 
Quando sono arrivati in Italia a Cermenate (Como) il fratello ha trovato subito casa, ma Calise no. Calise ha 2 anni pesa 14 chili ha un carattere vivace, giocherellone e affettuoso. Convive benissimo con i suoi simili. Calise, ha la Leishmaniosi. La vuoi adottare?"

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calise cerca casa a Como, l'appello disperato delle volontarie: "Per adottarla ci vuole coraggio"

QuiComo è in caricamento