I 10 eventi da non perdere in questo weekend a Como e al lago

Lake Como Film Night, Roam, Castle on Air, Festa Greca, Zelbio Cult, le ville del Lario, tutte le nuove mostre, i mercatini e molto altro ancora

Ultimo weekend di luglio con l'incognita temporali, sopratutto sabato, che potrebbe modificare qualche evento.Ma gli appuntamenti importanti a Como e dintorni, Svizzera compresa, sono tanti e molto importanti. La musica la fa da padrona soprattutto a Lugano, mentre il cinema fa passarella tra Cernobbio e Como. Ma vediamo insieme tutti gli appuntamenti di questo weekend con anche il lago di Como sempre protagonista con la bellezza delle sue ville.

1 - Lake Como Film Night

Cinema e paesaggio: prende le mosse da questo binomio la settima edizione del Lake Como Film Festival, kermesse di grande cinema (e non solo) che quest’anno torna a Villa Erba a Cernobbio con un nuovo formato dilatato nel tempo, più fruibile e ricco di contenuti e che, partendo con le Lake Como Film Nights nello splendido scenario che fu dimora di Luchino Visconti, approda a Como per la serata conclusiva con il concorso di corti FilmLakers. Dal 26 al 28 luglio prende vita una tre giorni di proiezioni, eventi e incontri dedicati al paesaggio (naturale, storico e culturale) in un territorio dalla forte connotazione cinematografica: una storia che comincia con i frammenti dei fratelli Lumière girati a Como nel del 1898 e, passando da uno dei maggiori artisti e intellettuali del Novecento, dopo 121 anni si rinnova con importanti produzioni internazionali, unendo memorie classiche, blockbuster, serie televisive, spot pubblicitari. In caso di pioggia, glie eventi si terranno tutti all'interno della villa antica o del padiglione fiere. La serata di Como si svolge invece in Biblioteca.

villa erba lcff 19-2

2 - Roam

In Svizzera, all'interno del ricchissimo cartellone del LongLake Lugano, prende si tiene fino al 27 luglio il Roam, una rassegna dall’anima alternativa che trova nel nord Europa il suo contesto creativo ideale, pur mantenendo uno sguardo aperto a tutte le sue declinazioni a livello internazionale. Ambienti profondi, grandi spazialità musicali e sonore trovano la loro collocazione perfetta nell’atmosfera avvolgente del Parco Ciani. Un “vagabondaggio” ideale, con una meta e un’identità precise. In altre parole una tre giorni dedicata ai suoni "alternative" ed "elettro-pop".

white lies-2

3 - Castle on Air 

Dopo il debutto di Vinicio Capossela, il Castle on Air di Bellinzona riparte venerdì 26 luglio con la straordinaria partecipazione di una delle voci italiane più amate di sempre: Elisa. A seguire la band dei record, i Måneskin, attesi in Svizzera sabato 27 luglio. Infine, domenica 28 luglio chiude il Festival il duo Raf – Umberto Tozzi. Insieme hanno già fatto un pezzo di storia della musica italiana, due grandi artisti con due repertori immensi e straordinari, due cantanti italiani che con le loro canzoni hanno fatto ballare tutto il mondo, ma soprattutto due amici: Raf e Umberto Tozzi oggi tornano a cantare insieme e passeranno anche dal palco di Castle On Air. Come nella passata edizione la splendida cornice di Castelgrande si presenterà al pubblico con un biglietto unico e tutti posti in piedi.

elisa-como2-2

4 - Zelbio Cult

Sabato 27 luglio a Zelbio Cult si parla di Italia e di Italiani partendo dal saggio “La Penisola che non c’è - La realtà su misura degli italiani” (Mondadori): il sociologo e sondaggista Nando Pagnocelli – presidente di Ipsos Italia, ospite della trasmissione tv “Di martedì” e firma del “Corriere della Sera” – ci racconta alcune incongruenze del nostro Paese. Partendo da una analisi precisa su cosa sia “l’opinione pubblica”, Pagnoncelli la tratteggia come “protagonista” indiscussa dei nostri tempi perché ottenerne il consenso è di vitale importanza per leader e partiti politici, che spesso modellano la propria azione solo in vista di questo obiettivo.

5 -  Matinée al Grumello

La musica è protagonista con i matinèe che si svolgono alle ore 11.30 nella Serra del Grumello, rassegna che ogni anno attira numerosissimi spettatori sia per la qualità della proposta sia per la cornice naturale di rara bellezza. Ad animare la kermesse - ormai appuntamento consolidato promosso da Associazione Villa del Grumello, con la direzione artistica di Flavio Minardo e Francesco Mantero e particolarmente apprezzato da cittadini e turisti - artisti di riconosciuto valore che sapranno dar vita ad un’esperienza musicale ricca e originale esplorando il jazz in tutte le sue numerose sfaccettature. Ospite il 28 luglio sarà Paolo Tomelleri

serre-grumello-como-2-2

6 - Festa Greca a Como

Fino al 28 luglio, una Festa Greca a Como per far rivivere in città i colori, i suoni, gli odori di un mercato artigianale ricco di cultura e storia Greca, con prodotti tipici del territorio. Grande spazio verrà dato ai prodotti tipici enogastronomici, valorizzando la cultura del cibo, la sostenibilità e l’educazione a km 0. E poi, spettacoli con artisti di strada e balli folkloristici. Ci sarà spazio anche per lo street food "made in Grecia" , di qualità, con cucine on the road. Si potranno gustare le prelibatezze greche: gyros pita, souvlaky, bifteky e tanto altro. Il tutto accompagnato dalle migliori birre artigianali greche , in una vera e propria "food e drink experience". 

grecia-2

7 - Monte Generoso

Sono datate 1890 le prime salite con treni trainati da locomotive a vapore. Durante gli anni di guerra l’attrazione turistica sembra aver fatto il suo tempo e il proprietario vorrebbe smontare la ferrovia e vendere il ferro dei binari.  Gottlieb Duttweiler, fondatore della Migros, è invece fermamente convinto che la straordinaria terrazza panoramica del Monte Generoso debba essere conservata. Senza esitare, nel 1941 compra la ferrovia, che dopo 75 anni continua a essere sostenuta grazie al contributo dal percento culturale Migros. Un po' per rivivere questa lunga storia, il treno a vapore del 1890, il più vecchio in circolazione in Svizzera, permette di rivivere i tempi della Belle Époque salendo fino alla cima del Monte Generoso domenica 14 luglio

storica_crop02-2

8 - Ville e luoghi da scoprire

Simbolo della città di Como, sentinella di pietra a protezione della stessa, il Castello Baradello è ben visibile a chiunque si avvicini alla città.  Il Castello occupa un importante punto strategico. Dalla cima della Torre è possibile godere di un panorama davvero mozzafiato: dalla Svizzera a Milano, dal Monte Rosa al Resegone. Una vista unica, a 360° sul lago, sulle Alpi e l’intera pianura padana.  Il percorso museale interno consente alle guide di accompagnare il visitatore attraverso il tempo, dalle origini di Como ai giorni nostri. L'escursione serale di venerdì 26  luglio parte da piazza Camerlata e comprende anche la visita alla Cava di Camerlata.
Weekend tra natura e cultura a Villa Fogazzaro Roi, bene di proprietà del Fai a Oria Valsolda, in provincia di Como, sulla sponda italiana. 
Qui poi le nostre guide con tutte le ville aperte, le 5 camminate più belle sul lago di Como e dove guardare i tramonti più belli sul Lario. Ma anche dove fare un aperitivo, dove andare al lido e tutti i rifugi del lago di Como. 

Camelie_Villa Carlotta 2_b-2

9 - Le mostre

Fino al 4 agosto a Como, presso la ex Chiesa di San Pietro in Atrio, si terrà la mostra di arte contemporanea “INTERFERENCE”: 7 artisti internazionali con oltre 20 opere (alcune appositamente realizzate per la mostra) per portare le proprie riflessioni sull’interferenza che le tecnologie moderne hanno nella nostra vita.“

Prosegue fino al 24 novembre nella Pinacoteca Civica di Como la mostra Mario Radice: il pittore e gli architetti. La collaborazione con Cesare Cattaneo, Giuseppe Terragni, Ico Parisi, a cura di Roberta Lietti e Paolo Brambilla. L’artista viene ricordato attraverso cataloghi di mostre personali, saggi critici sul suo lavoro e una scelta di recensioni che Radice, in veste di critico, firmò per artisti contemporanei.

Banca Generali Private rinnova l’impegno a sostegno dell’arte presentando Resilienza, la personale di Christian Balzano (Livorno, 1969) che fino al al 27 settembre 2019 sarà ospitata nella nuova sede dei private banker e wealth manager in Lungo Lario Trento 9 a Como.“

Chi non ha mai visto il marchio Pura Lana Vergine? Disegnato nel 1963, è opera di un progettista che con arguzia e ferrea volontà ne ha modellato le linee bianche e nere al fine di costruire una forma unica e riconoscibile. Un’icona che oggi ci viene istintivamente da associare a qualcosa di morbido. L’autore di questo segno-immagine è Franco Grignani, un artista, un grafico, un fotografo. La mostra dei suoi lavori verrà inaugurata al m.a.x. Museo di Chiasso fino al 15 settembre 2019

10 - Mercatini a Como

Le pittoresche bancarelle con pezzi unici e occasioni di artigiani e hobbisti, pezzi di antiquariato o piatti tipici si possono trovare passeggiando tra le vie della città: nella vecchia piazza del mercato del grano, lungo i Portici, nelle piazzette sul lungolago o sotto le mura.

mercatini-2

Piazza San Fedele
Mercatino dell'Artigianato
Sabato 27 luglio 2019

Mercato Coperto, via Mentana 5
Mercato coltivatori e prodotti tipici comaschi 
Martedì e giovedì mattina, venerdì (facoltativamente) e sabato tutto il giorno

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sui monti di Sorico: cacciatore morto per prendere un cervo

  • Como, ragazza di 18 anni violentata al primo appuntamento: arrestato barista del centro

  • Anche Alexis Sanchez ha scelto il Lago di Como

  • Incidente a Mariano Comense: morto un motocilista di 53 anni

  • Incidente a Como: una persona incastrata fra le lamiere

  • Como, la celebrazione dell'impresa di Fiume scatena le polemiche

Torna su
QuiComo è in caricamento