Venerdì, 17 Settembre 2021
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Urla in consiglio: Gaddi litiga con sindaco e maggioranza

Urla e battibecchi, conditi con attacchi e provocazioni. Ieri a Palazzo Cernezzi è andata in scena un episodio, seppur breve, di politica urlata, con tanto di provocazioni e attacchi rimbalzati tra opposizione e maggioranza. Il principale...

Urla e battibecchi, conditi con attacchi e provocazioni. Ieri a Palazzo Cernezzi è andata in scena un episodio, seppur breve, di politica urlata, con tanto di provocazioni e attacchi rimbalzati tra opposizione e maggioranza. Il principale protagonista? Sergio Gaddi (Pdl). Il tema in discussione era la delibera per l'introduzione e regolamentazione della tassa di soggiorno. La discussione proseguirà nella prossima seduta consiliare (Quicomo darà un ampio resoconto dopo che la deliberà sarà stata votata). Il tema è risultato appassionante per molti consiglieri. Sarà forse anche per questo motivo che gli animi si sono scaldati ed è scoppiato qualche battibecco che con il merito della delibera aveva poco a che fare. Sul finire della seduta Gaddi ha preso parola per esprimere forti critiche alla politica in ambito turistico dell'amministrazione Lucini. Chiara, in particolare, la critica all'assessore alla Cultura e al Turismo, Luigi Cavadini. Del resto, è cosa nota, tra Cavadini e Gaddi non corre buon sangue: il primo è succeduto a Gaddi nella realizzazione dell mostre di Villa Olmo. Ad ogni modo, questo c'entra poco con la lite scaturita, ma delinea, forse, l'atmosfera di "rivalità" e "insofferenza" che aleggia tra opposizione e maggioranza.

Durante il suo intervento Gaddi, infastidito dal vociare di alcuni consiglieri di maggioranza, si rivolge a loro chiamandoli "signorini", poi si rivolge alla consigliera del PD, Andrèe Cesareo: "Che cosa le dà fastidio cara signorina con maglione blu?!". E' a questo punto che il sindaco Mario Lucini alza la voce e grida rivolto a Gaddi: "Non è una signorina con il maglione blu! E' una consigliera comunale!". E Gaddi replica: "A chi crede fare paura sindaco?! Impari a stare al suo posto!". Gli animi si riaccendono pochi minuti dopo. Gaddi: "Questa è la maggioranza della tristezza". E ancora: "Sindaco, il risolino se lo sbatta in faccia". E poi rivolto all'assessore Marcello Iantorno che aveva accennato a una replica: "Lei è l'emblema del nulla".

Si parla di

Video popolari

Urla in consiglio: Gaddi litiga con sindaco e maggioranza

QuiComo è in caricamento