Venerdì, 17 Settembre 2021
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nuovo palazzetto di Cantù: la posa della prima pietra

Nuovo palazzetto di Cantù: la posa della prima pietra è arrivata proprio nel pieno della campgna elettorale per le amministrative. Il 20 aprile del 2012 sarà ricordata a Cantù come una data storica. Stamani, infatti, è stata depositata...

Nuovo palazzetto di Cantù: la posa della prima pietra è arrivata proprio nel pieno della campgna elettorale per le amministrative. Il 20 aprile del 2012 sarà ricordata a Cantù come una data storica. Stamani, infatti, è stata depositata, simbolicamente, la prima pietra che porterà alla costruzione del nuovo palazzetto dello sport. L’avventura, iniziata con il “Palababele” che rimase incompiuto per vent’anni e poi abbattuto, è partita nel 2006. Da allora, un iter burocratico certamente complesso e irto di ostacoli che ha fatto vacillare la fiducia a più di un canturino, oggi sembra finalmente arrivato al suo ultimo compimento. Per la verità, i lavori erano già iniziati da qualche mese, ma la cerimonia di oggi ha dato ai lavori “l’ufficialità”. L’opera dovrebbe essere portata a termine per la primavera del 2013.

La ditta Turra, che si è aggiudicata gli appalti, è pronta ad effettuare tre turni di lavoro affinchè questo obiettivo non venga disatteso.

La cerimonia

Alla cerimonia di oggi, erano presenti gran parte degli amministratori uscenti: in primis il sindaco Tiziana Sala (probabilmente questa di oggi sarà una delle ultime apparizioni pubbliche come sindaco di Cantù), l’assessore ai lavori pubblici Umberto Cappelletti, il presidente del gruppo Turra, Luca Turra e l’architetto Camillo Botticini, responsabile del progetto. A sorpresa, in mattinata arriva anche l’ex ministro leghista Roberto Castelli. Erano presenti alla cerimonia anche molti candidati sindaci che si batteranno alle prossime amministrative: Antonio Pagani del PD, Matteo Ferrari di In Cantù, Michele Mulinare di Alleanza Democratica, Attilio Marcantonio del PDL. Assente Nicola Molteni, candidato della Lega Nord. Alle 11.30 circa è stata consegnata una targa commemorativa della giornata, affissa anche in una struttura dello scavo. Successivamente, una colata di calcestruzzo all’interno di uno degli scavi, ha simboleggiato ufficialmente l’inizio dei lavori. Dopo la benedizione dei lavori da parte di don Giuseppe Longhi e Padre Aurelio Mozzetta, all’interno di in uno dei prefabbricati allestiti per gli operai della ditta, è stata indetta una conferenza stampa di ringraziamento. In sala, anche il presidente della Provincia Carioni. Il sindaco e l’assessore Cappelletti (visibilmente commossi), hanno ringraziato tutti coloro che hanno sostenuto da sempre questo progetto.

I costi

Il costo del project financing è di 40 milioni di euro. I posti a sedere saranno 7 mila e in tutto la superficie coperta è di 5970 mq. Il palazzetto, così come è stato progettato, sarà composto da due elementi architettonici distinti: un nocciolo sportivo (piazzato al centro) e un perimetro edificato a destinazione commerciale e di intrattenimento. Le due aree saranno separate da uno spazio aperto denominato “grande nuova piazza pubblica”. L’area commerciale avrà 50 negozi, il cinema multisala 1.026 posti totali e l’area benessere sarà costituita da piscine e centro fitness.

Si parla di

Video popolari

Nuovo palazzetto di Cantù: la posa della prima pietra

QuiComo è in caricamento