Martedì, 22 Giugno 2021
?wmode=opaque&rel=0&modestbranding=1&autohide=2&showinfo=0&autoplay=1" frameborder="0">

Il Comune investe 6 milioni per il palazzetto dello sport. Ma non ha i soldi per il caffè

Quando c'è da approvare qualcosa di grosso, la maggioranza è pronta a sostenere il sindaco di Como Stefano Bruni: ieri in consiglio comunale è stata discussa e approvata la delibera di adozione del progetto della cittadella dello sport che prevede...

Quando c'è da approvare qualcosa di grosso, la maggioranza è pronta a sostenere il sindaco di Como Stefano Bruni: ieri in consiglio comunale è stata discussa e approvata la delibera di adozione del progetto della cittadella dello sport che prevede, tra l'altro, un nuovo maxi palazzetto da 3mila posti che sorgerà a Muggiò. Un progetto che sostituirà, insomma, le attuali strutture, come la piscina e l'attuale palazzetto. Un progetto di cui secondo molti - a partire da Mario Lucini, capogruppo del PD nonché presidente della commissione urbanistica - la città non ha bisogno. Un progetto anacronistico, soprattutto per lo stato attuale delle casse di Palazzo Cernezzi che piangono miseria. Non è un caso che proprio da ieri sera l'amministrazione ha deciso di tagliare il caffè e le bibite che da sempre erano date gratuitamente ai consiglieri comunali che potevano trovarle nella stanzetta attigua dedicata a a una sorta di area relax con tanto di frigorifero e macchinetta del caffè (resta invece l'acqua in bottigliette). Uno dei tanti piccoli privilegi che nessuno aveva mai contestato. Ma, come detto, la situazione è tragica e il Comune deve cercare di tagliare dove può. Ieri i consiglieri hanno trovato la macchinetta del caffè dismessa e nel frigo non c'erano le solite lattine di Coca Cola e Fanta.

Chi ha approvato il progetto

L'opposizione, fatta eccezione per il consigliere Dario Valli di Area 2010, ha votato contro la cittadella dello sport. In maggioranza sono stati contrari Mario Pastore, Piercarlo Frigerio, Pasquale Buono ed Emanuele Lionetti. Unico astenuto Mattia Caprile (gruppo misto). Hanno votato a favore tutti gli altri, compreso la Lega Nord con Giampiero Ajani. Erano assenti Piercarlo Gervasoni (Pdl), Arturo Arcellaschi (Autonomia Liberale) e Guido Martinelli (Lega Nord).

Le critiche

La critica più ricorrente che l'opposizione ha rivolto a Bruni è stata quella del rischio di ripetere quanto già successo col cantiere paratie . Infatti, il villaggio dello sport si teme possa essere una nuova maxi opera che verrà iniziata senza che si sappia quando verrà terminata.

Si parla di

Video popolari

Il Comune investe 6 milioni per il palazzetto dello sport. Ma non ha i soldi per il caffè

QuiComo è in caricamento