rotate-mobile
Elezioni comunali 2022

Molteni: "Patto per la casa nei primi 100 giorni da sindaco"

"In questi mesi, trascorsi in mezzo alla gente nei quartieri ho constatato con mano questa diffusa preoccupazione"

I freschi dati Istat, relativamente all’aumento dell’inflazione, unitamente a quelli legati alla crescita dei contratti a termine, sono un segnale preoccupante, da monitorare con attenzione per le ricadute  che potrebbero esserci anche a Como e provincia.
Sono dati, quelli legati all’aumento dei prezzi, che accentuano ulteriormente una situazione di difficoltà e disagio per le famiglie, soprattutto se sono afflitte anche dal problema del lavoro e della disoccupazione. Molteni, candidato sindaco del centrodestra promette un Patto per la casa nei primi 100 giorni di mandato, qualora venisse eletto: 

"In questi mesi, trascorsi in mezzo alla gente nei quartieri come in convalle, durante gli incontri promossi dai candidati delle tre liste che mi sostengono e nel corso degli incontri organizzati da numerose Associazioni di volontariato, ho constatato con mano questa diffusa preoccupazione.

Gli effetti disastrosi della pandemia, il caro bollette e l’aumento dei costi anche per riempire dispense e frigoriferi, si stanno toccando con mano ogni giorno.Per far fronte a queste emergenze sento la necessità, o meglio il dovere, di annunciare uno dei punti che dovrà caratterizzare l’azione politica nei primi cento giorni, ovvero la stipula di un "Patto per la Casa" attraverso il coinvolgimento del futuro Consiglio Comunale e, nell’ottica della sussidiarietà, anche di virtuose realtà cittadine come ad esempio la rete di associazioni, le cooperative, le associazioni di categoria.
Un "Patto per la Casa" i cui capisaldi - oltre al welfare abitativo - si baseranno sulle riqualificazioni urbanistiche, sul risparmio energetico e sul risanamento abitativo, la sicurezza e la socialità.

I possibili sfratti, manifestati come veri e propri gridi d’allarme, a causa delle difficoltà di tante famiglie nell’onorare gli impegni, dovranno essere affrontati senza esitazione, intervenendo nel breve termine e facendosi trovare pronti a costruire progetti personalizzati per ciascuna realtà, offrendo una soluzione sia a breve che medio termine.
Tante famiglie, circa 150 nuclei familiari, stanno lanciando vere e proprie richieste di aiuto e la politica anche a livello locale, quella più a contatto con i cittadini, dovrà farsi trovare pronta per portare il proprio sostegno a queste famiglie.

Per questa ragione, essendoci le risorse disponibili, ritengo importante prevedere da subito interventi mirati, con sussidi che, nel pieno rispetto dei vincoli previsti dalla normativa (Testo Unico degli Enti Locali - articolo 187) dovranno caratterizzare il futuro Consiglio Comunale nell’individuazione dei criteri dai quali dovranno scaturire questi contributi."
 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Molteni: "Patto per la casa nei primi 100 giorni da sindaco"

QuiComo è in caricamento