Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Consigliere comunale attacca giornalista de La Provincia

Clima pessimo, ieri, in consiglio comunale. Le pagelle con i voti assegnati ai consiglieri comunali dal quotidiano La Provincia (pubblicate lunedì) hanno suscitato un forte malcontento tra molti amministratori di Palazzo Cernezzi. Soprattutto tra...

Clima pessimo, ieri, in consiglio comunale. Le pagelle con i voti assegnati ai consiglieri comunali dal quotidiano La Provincia (pubblicate lunedì) hanno suscitato un forte malcontento tra molti amministratori di Palazzo Cernezzi. Soprattutto tra quelli che si sono visti 4 o addirittura 3 in pagella. Nel mirino dei politici scontenti sono finiti coloro che quei voti li hanno ragionati e poi messi in pagina: Michele Sada e Gisella Roncoroni, entrambi giornalisti professionisti iscritti all'Ordine della Lombardia. Soprattutto la Roncoroni è stata la destinataria di critiche pesantissime, addirittura espresse a microfono acceso in sede di dichiarazioni preliminari in consiglio comunale. Augusto Giannattasio (Pdl) si è rivolto alla giornalista (storpiandone un paio di volte il cognome) accusandola di non avere interpellato i consiglieri prima di dare i voti. Poi i toni si sono fatti ancora più duri: "Cambi mestiere!", "Non è una giornalista". Fino all'invito rivolto alla giovane giornalista (30 anni, ma con una carriera decennale alle spalle) a trovarsi un posto come "estetista".

L'intervento di Giannattasio ha suscitato due diverse reazioni tra i consiglieri. Chi, in fondo, è sembrato soddisfatto dalle sue parole, e chi ha, invece, espresso solidarietà alla giornalista. Noi abbiamo ripreso con la nostra videocamera l'intervento di Giannatasio (ascoltabile anche nella registrazione ufficiale del consiglio). Così come abbiamo fatto con i duri attacchi di Alessandro Rapinese a Espansione Tv, al Corriere di Como e a L'Ordine. Tutti interventi che dovrebbero fare riflettere, almeno su un tema: fino a che punto i politici sono legittimati a lamentarsi dei giudizi dati loro dalla stampa?

Si parla di

Video popolari

Consigliere comunale attacca giornalista de La Provincia

QuiComo è in caricamento