Domenica, 26 Settembre 2021
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Confesercenti contro Bruni: "Ritira l'ordinanza sulla liberalizzazione degli orari"

Duro attacco dell'associazione Confesercenti di Como al sindaco Stefano Bruni. L'accusa è di avere firmato - primo tra tutti i Comuni cpoluogo della Lombardia - l'ordinanza che recepisce le liberalizzazioni degli orari dei negozi contenute nel...

Duro attacco dell'associazione Confesercenti di Como al sindaco Stefano Bruni. L'accusa è di avere firmato - primo tra tutti i Comuni cpoluogo della Lombardia - l'ordinanza che recepisce le liberalizzazioni degli orari dei negozi contenute nel decreto del Governo Monti. Nell'incontro che si è tenuto ieri in Comune alla presenza dell'assessore al Commercio di Palazzo Cernezzi, Etta Sosio, il presidente di Confesercenti, Sergio Ferrario, ha criticato aspramento il provvedimento firmato da Bruni e ha lanciato l'allarme del rischio che correrebbe la categoria dei piccoli commercianti: "La liberalizzazione degli orari favorirà la grande distribuzione che potrà permettersi di restare aperta 7 giorni su 7, 24 ore su 24. Questo andrà a discapito dei piccoli negozi che soccomberanno. Per questo auspichiamo che sia in consiglio regionale che in quello comunale possa essere approvata una mozione per non applicare le liberalizzazioni. Chiediamo che Bruni revochi l'ordinanza. Riteniamo intolre che il decreto del Governo sia anticostituzionale perché legifera in materia di commercio che invece dovrebbe essere di competenza regionale". A sostegno di Confesercenti si è schierata la Lega Nord che ieri era presente all'incontro con i parlamentari Erica Rivolta e Nicola Molteni, oltre che con il consigliere regionale Dario Bianchi e il capogruppo del Carroccio in consiglio comunale, Giampiero Ajani.

L'assessore Sosio ha, invece, difeso l'ordinanza affermando che "il sindaco ha fatto quello che doveva fare, vista anche la sollecitazione arrivata da Regione Lombardia". Inoltre la Sosio ha detto che secondo lei "la liberalizzazione degli orari non andrà a discapito dei piccoli negozianti che potranno contare su un flusso di clienti anche nelle giornate di domenica e in orari estivi serali con grande flusso di passanti".

Si parla di

Video popolari

Confesercenti contro Bruni: "Ritira l'ordinanza sulla liberalizzazione degli orari"

QuiComo è in caricamento