Mercoledì, 23 Giugno 2021
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Candidati comaschi dell'Udc, Volontè non corre: "Serve cambiamento"

Sono stati presentati stamani i candidati comaschi dell’UDC. All’Axolute Hotel di Cantù, l’UDC provinciale propone cinque candidati per le elezioni regionali, e due candidati per camera e senato. Alle regionali parteciperanno Fiorenzo Consonni...

Sono stati presentati stamani i candidati comaschi dell’UDC. All’Axolute Hotel di Cantù, l’UDC provinciale propone cinque candidati per le elezioni regionali, e due candidati per camera e senato. Alle regionali parteciperanno Fiorenzo Consonni, Roberta Maria Cristiani, Attilio Stellini, Giovanna Beretta e Luciano Fustinoni. Per il senato, Antonio Saldarini (con la lista Monti, in quanto al senato i partiti che sostengono Mario Monti formano un’unica coalizione), per la camera Gianmarco Quadrini, ex capogruppo in Regione Lombardia, al terzo posto in lista dopo Buttiglione e Adornato e Claudio Bianchi. Cede il passo Luca Volontè, rimasto in parlamento 16 anni, ora non più candidato. Ad aprire la conferenza stampa di presentazione, il coordinatore dell’UDC di zona, Ambrogio Molteni. Candidato sindaco alle ultime elezioni, aveva appoggiato la lista di Claudio Bizzozero al secondo turno. Molteni, durante il suo intervento, spiega le ragioni di quella scelta: “Abbiamo fatto la scelta di un cambiamento. Era necessaria”. Tutto sommato, si dichiara soddisfatto: “Oggi sono contento. In questo anno Bizzozero ha preso in mano una situazione difficile, ha fatto scelte dolorose, come quella di introdurre l’addizionale IRPEF. Vedremo il bilancio 2013”. Infine, aggiunge: “Diciamo che sta facendo tante cose, gli consiglierei di concentrarsi sulla riduzione delle spese”. Cita anche l’evento di Galliano. Sulla cittadinanza simbolica, non sembra particolarmente convinto: “Il gesto simbolico è importante, è una cosa che fa meditare. So che lui ci tiene molto, però rendiamoci conto che quando si va in molti Paesi il concetto di cittadino è quello di un suddito”. Dopo l’intervento di Molteni, Volontè ha passato la parola ad ognuno dei candidati, i quali hanno espresso in sintesi quello che si aspettano dalla coalizione di Monti e le idee che si intende portare avanti qualora vengano eletti. Il candidato che al momento ha più possibilità è Gianmarco Quadrini: “Questo voto è importantissimo. Vi chiedo un voto di responsabilità e serietà. Altrimenti c’è il baratro”.

Si parla di

Video popolari

Candidati comaschi dell'Udc, Volontè non corre: "Serve cambiamento"

QuiComo è in caricamento