Martedì, 22 Giugno 2021

Alberto Mascetti candidato sindaco della Lega Nord: bordate al Pdl

Alberto Mascetti è il candidato sindaco della Lega Nord per le elezioni di Como 2012. E' lui il volto individuato e scelto dal Carroccio  per sfidare gli altri 8 (per il momento) candidati sindaci. Mascetti si è presentato alla stampa questa...

Alberto Mascetti è il candidato sindaco della Lega Nord per le elezioni di Como 2012. E' lui il volto individuato e scelto dal Carroccio per sfidare gli altri 8 (per il momento) candidati sindaci. Mascetti si è presentato alla stampa questa mattina alle 10.30 nella sede della Lega in via Garibaldi. Una presentazione della candidatura e delle motivazioni che vi sono dietro, più che della persona, visto che Mascetti è già molto noto in città come direttore di ComoDepur e presidente del Cpt (Consorzio provinciale trasporti), nonché come consigliere comunale negli anni passati. A introdurre la sua presentazione sono stati, nell'ordine, il segretario provinciale della Lega, Cristian Tolettini, il responsabile degli Enti locali, Angelo Sala, e il commissario cittadino, Gianpaolo Pradella.

Tutti e quattro hanno espresso una presa di distanze dall'attuale amministrazione uscente del Pdl ed evidenziandone numerosi difetti e carenze nella capacità di gestire la cosa pubblica di Como. Duri attacchi sono arrivati contro l'assessore alla Cultura, Sergio Gaddi, candidato alle primarie del Pdl, accusato di una cattiva gestione delle grandi mostre dal punto di vista economico. Mascetti ha puntato molto sull'aspetto culturale del suo programma elettorale e ha snoccilato numerosi altri punti. "Dobbiamo tornare ad essere famosi per il nostro lungolago - ha detto - e non per il muro. Poi bisogna pensare a risolvere i piccoli problemi e non a buttarsi a capofitto in grandi opere che sono risultate dannose per la città". Mascetti ha tenuto a precisare, inoltre, che "ho dato la mia disponibilità quando mi è stato assicurato che non ci saremmo alleati con nessuno e che avremmo corso da soli, senza dover scendere a compromessi".

La figura di Mascetti è stata scelta perché estranea agli ultimi anni di politica cittadina. insomma, una figura per così dire "pulita" rispetto all'amministrazione della città degli ultimi anni in cui la Lega Nord, volente o nolente, ha affiancato, appoggiato, sostenuto l'amministrazione del Pdl, anche quando c'è stata da votare la sfiducia a Bruni. "Ma con soli due consiglieri comunali - ha detto Pradella - non avremmo potuto fare la differenza. Se Bruni non è stato sfiduciato la colpa è dell'opposizione che nemmeno in quella occasione ha garantito i numeri necessari per la sfiducia".

Si parla di

Video popolari

Alberto Mascetti candidato sindaco della Lega Nord: bordate al Pdl

QuiComo è in caricamento